More stories

  • in

    IL CASO Il rapper Lazza nella bufera: intona coro contro i napoletani in tribuna durante Milan-Roma

    Il noto rapper milanese Lazza, al secolo Jacopo Lazzarini, ha suscitato polemiche durante l’incontro di Europa League che ha visto il Milan ospitare la Roma a San Siro. Il match, conclusosi con la vittoria degli ospiti grazie al gol di Gianluca Mancini al 17° minuto, è stato teatro di un episodio che ha visto protagonista il celebre artista, tifoso accanito del Milan.
    Lazza, posizionato nella prestigiosa area “Front Row Experience” del Giuseppe Meazza, riservata a ospiti speciali del club, è stato ripreso dalle telecamere mentre intonava, insieme ad altri tifosi della curva rossonera, un coro provocatorio rivolto ai tifosi della Roma, definiti “napoletani”. Questo gesto ha sollevato non poche critiche, soprattutto da parte dei tifosi del Napoli, i quali hanno percepito il coro come offensivo e denigratorio.
    Il coro “Napoletani, voi siete napoletani” è spesso utilizzato in contesti calcistici per stuzzicare la squadra avversaria, ma l’uso di tale frase da parte di una figura pubblica come Lazza ha amplificato la risonanza dell’incidente, provocando reazioni negative sui social media e nei confronti della tifoseria napoletana. LEGGI TUTTO

  • in

    IL MESSAGGIO Marani (pres. Lega Pro): “Complimenti alla Juve Stabia per la promozione in B”

    La Juve Stabia ha completato il quadro dei club promossi direttamente dalla Serie C Now alla Serie B. La squadra campana, guidata dal tecnico Pagliuca, ha conquistato il primo posto nel girone C con tre giornate d’anticipo, dopo la partita giocata in casa del Benevento.
    Il presidente della Lega Pro, Matteo Marani, ha inviato i suoi complimenti alla famiglia Langella, al tecnico Pagliuca, ai calciatori e a tutta la società Juve Stabia per questa promozione ben meritata. Ha elogiato il successo del club, basato su programmazione e competenza, sottolineando la felicità per la gente di Castellammare che ritrova il campionato cadetto dopo quattro stagioni.
    “È stato un piacere avere la Juve Stabia nella Serie C Now, con il consigliere Andrea Langella, e auguriamo al club stagioni ricche di successi”, ha dichiarato Marani. Questa promozione segna un traguardo significativo per la Juve Stabia e per la sua comunità di tifosi. LEGGI TUTTO

  • in

    L’INTERVISTA Sacchi polemico: “Vincere con i debiti è barare e l’Inter sta barando”

    Durante la presentazione del suo nuovo libro “Il realista visionario” presso l’Hotel Federico II a Jesi, l’ex ct della nazionale italiana Arrigo Sacchi ha espresso chiaramente le sue opinioni sulla situazione attuale del calcio italiano e sull’Inter, capolista in Serie A e ormai destinata allo scudetto.
    Con franchezza, Sacchi ha dichiarato: “Vincere facendo i debiti significa barare. L’Inter sta barando? Sì”. L’evento, organizzato in collaborazione con i Milan Club di Jesi e Castelfidardo, ha offerto l’opportunità di discutere anche dell’evoluzione del calcio italiano. Sacchi ha criticato la tendenza attuale verso una strategia basata esclusivamente sulla tattica e sull’attesa degli errori avversari, anziché sull’approccio offensivo e di squadra che caratterizzava il calcio italiano del passato.
    Parlando degli allenatori, Sacchi ha elogiato l’attuale ct azzurro, Roberto Mancini, e ha espresso apprezzamento per figure come Spalletti, Sarri, Gasperini, Italiano e Pioli. Ha riconosciuto l’evoluzione di Simone Inzaghi, allenatore dell’Inter, sottolineando che, nonostante alcuni errori in Champions League contro l’Atletico Madrid, la squadra sta seguendo la strada giusta e si prevede che crescerà ulteriormente. LEGGI TUTTO

  • in

    LA DECISIONE Scontri tra tifosi e forze dell’ordine prima di Giugliano Taranto, undici misure cautelari

    La Procura della Repubblica di Napoli Nord ha comunicato in data odierna che, nell’ambito di indagini dirette in collaborazione con il personale del Commissariato PS di Giugliano – Villaricca, della DIGOS e della Squadra Mobile di Napoli, ha eseguito un’ordinanza applicativa di una misura cautelare a carico di undici persone.
    Il provvedimento è stato emesso dal GIP del Tribunale di Napoli Nord su richiesta della Procura della Repubblica di Napoli Nord a carico di persone tutte gravemente indiziate dei delitti di cui agli artt.110, 337 c.p., artt. 81 cpv, 110, 582, 585 in relazione all’art.576, co.1, nr.1) e 5-bis) c.p. e arti.6 ter L.401/89.
    L’attività di indagine è scaturita a seguito degli scontri tra tifosi e forze dell’ordine avvenuti domenica 8 ottobre 2023 nei pressi dello stadio comunale De Cristofaro di Giugliano in Campania, a margine dell’incontro di calcio tra Giugliano e Taranto valevole per il girone C del campionato nazionale di Lega Pro. LEGGI TUTTO

  • in

    De Laurentiis : “Forza Juve….Stabia”. Complimenti con frecciatina alla Juventus

    De Laurentiis elogia la Juve Stabia e lancia una frecciata alla Juventus
    La Juve Stabia ha raggiunto ufficialmente la Serie B, un successo importante per il calcio campano. Dopo quattro stagioni lontano dalla seconda serie, gli stabiesi hanno festeggiato la promozione con il pareggio contro il Benevento. I tifosi azzurri di Napoli hanno seguito con entusiasmo questo traguardo raggiunto.
    “Forza Juve……..Stabia! Complimenti per la promozione!!”,
    Complimenti alla Juve Stabia
    Il Presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, ha voluto congratularsi con la squadra di Castellammare di Stabia per la promozione in Serie B. Con un messaggio su X, De Laurentiis ha scritto: “Forza Juve Stabia! Complimenti per la promozione!”, facendo anche una sottile allusione alla Juventus con dei puntini sospensivi dopo il nome “Juve”.

    Forza Juve……..Stabia! Complimenti per la promozione!!
    — AurelioDeLaurentiis (@ADeLaurentiis) April 8, 2024 LEGGI TUTTO

  • in

    LA PROTESTA Striscione degli ultras del Napoli: “Ipocrita sistema, Acerbi è il tuo emblema”

    La notte scorsa, in diversi punti della città di Napoli, sono comparsi striscioni contestatori esposti dai sostenitori del gruppo organizzato del club partenopeo, firmati dal gruppo “Ultras 1972”. Il testo di uno di questi striscioni recitava: “Ipocrita sistema, Acerbi è il tuo emblema”.
    La dichiarazione è un chiaro riferimento al caso che ha coinvolto il calciatore dell’Inter, Francesco Acerbi, accusato di aver rivolto presunti insulti razzisti al giocatore del Napoli, Juan Jesus. Il caso ha attirato l’attenzione e la indignazione di molti tifosi, suscitando polemiche e dibattiti.
    La situazione ha raggiunto il suo epilogo ieri, con l’assoluzione di Acerbi da parte del giudice sportivo. Gli ultras del Napoli hanno voluto così esprimere il loro dissenso nei confronti di questa decisione, con degli striscioni che sono stati esposti in luoghi simbolici della città, tra cui piazza del Plebiscito, la balconata di via Cesario Console e l’esterno dello stadio Diego Armando Maradona. LEGGI TUTTO

  • in

    IL TRIONFO Il Napoli Futsal nella storia: vince la Coppa Italia per la prima volta

    Il MoMap Napoli Futsal ieri ha fatto la storia, vincendo la Coppa Italia 2023-24 con il punteggio di 6-3 in finale contro l’Olimpus Roma. È la prima volta che il club si aggiudica questo prestigioso trofeo di categoria, grazie a una performance rivelatasi impeccabile su tutti i fronti.
    I partenopei hanno dimostrato grande compattezza in difesa e una capacità straordinaria di sfruttare ogni opportunità in attacco. Il protagonista assoluto della partita è stato Salas, uomo partita. Borruto è stato autore di una doppietta, mentre il capitano Perugino e De Gennaro hanno completato il lavoro con una gran prestazione difensiva.
    Il sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi, ha oggi espresso le sue sentite congratulazioni al Napoli Futsal per la conquista della Coppa Italia di calcio a 5: “Questo significativo trionfo rappresenta un ulteriore successo per la nostra città, designata capitale europea dello sport nel 2026”. LEGGI TUTTO

  • in

    Spalletti non contento della Nazionale: “Leggeri e superficiali”

    Il tecnico della nazionale di calcio, Luciano Spalletti non è contento al termine della gara amichevole negli Usa vinta non senza difficoltà per 2-1 contro il Venezuela.
    “Abbiamo fatto delle cose fatte bene, poi siamo stati leggeri nel rigore e quando abbiamo preso gol, poi abbiamo fatto una buona partita con la difesa a tre e poi con il 4-3-3. Dobbiamo lavorare su questo”.
    “Da un punto di vista di impatto fisico bisogna mettere qualcosa di più – aggiunge il Ct azzurro – perche’ su alcune cose siamo superficiali. Retegui? Chi fa gol ci mette sempre più degli altri, lui ha fatto bene nel tenere palla, di testa in fase difensiva e poi ha fatto quello che doveva fare’ “. LEGGI TUTTO

  • in

    LE ULTIME Arrestati altri due ultras etnei per scontri durante Padova Catania

    La tensione che ha caratterizzato la finale di Coppa Italia di serie C ha portato a nuovi sviluppi: altri due ultras etnei sono stati arrestati dalla Polizia in seguito ai tafferugli avvenuti allo stadio Euganeo di Padova durante la gara di andata. Dopo un’attenta analisi delle immagini riguardanti gli scontri, la Digos di Catania ha proceduto all’arresto di un 34enne e di un 42enne, entrambi con precedenti specifici e già soggetti in passato al Daspo.
    Durante la perquisizione è stato rinvenuto in uno zaino materiale utilizzato per il travisamento. I due individui, come gli altri già arrestati, sono accusati di violenza e resistenza aggravata a pubblico ufficiale, oltre che di scavalcamento ed invasione di campo durante manifestazioni sportive.
    Le indagini sono in corso da parte delle Digos di Catania e Padova per comprendere appieno il contesto delle singole condotte e per valutare l’adozione di provvedimenti di Daspo nei confronti dei responsabili. La collaborazione tra le forze dell’ordine di diverse città è essenziale per individuare e perseguire coloro che turbano l’ordine pubblico e minano il sano svolgimento delle competizioni sportive. LEGGI TUTTO

  • in

    IL CASO Gazzetta da non credere: ‘sviolinata’ ad Acerbi nel giorno delle audizioni in Procura Figc

    Sta facendo il giro del web nelle prime ore del mattino di oggi un articolo, in edicola nell’edizione odierna de La Gazzetta dello Sport, dedicato alla questione dei presunti insulti razzisti pronunciati da Acerbi nei confronti di Juan Jesus, denunciati da quest’ultimo in campo e fuori, nel corso dell’ultima partita tra Inter e Napoli di domenica sera, allo stadio San Siro.
    Il titolo e il contenuto dell’articolo hanno lasciato sgomento e indignazione nei tifosi. La pagina della rosea infatti dedica uno spazio a Juan Jesus ed uno ad Acerbi e in quello dedicato al difensore dell’Inter si legge: “Ha sconfitto il male e ingabbiato Haaland, nulla gli fa più paura”. E ancora: “Il difensore dell’Inter è sopravvissuto a un cancro ai testicoli”.
    Insomma, la Gazzetta (ricordiamo, ‘Official Supplier’ dell’Inter) sceglie di puntare tutto sulla malattia di Acerbi nel giorno in cui i due saranno ascoltati in Procura Figc. In apertura, tra l’altro, lo stesso quotidiano ha riportato la versione di Acerbi, secondo il quale Juan Jesus avrebbe frainteso (‘Ti faccio nero’ sarebbero state le vere parole pronunciate dal nerazzurro). LEGGI TUTTO

  • in

    LA DECISIONE La Salernitana cambia ancora: Liverani out, ma non torna Inzaghi. Il nuovo allenatore è Colantuono

    La Salernitana ha deciso di affidare la panchina della squadra a Stefano Colantuono, attuale responsabile del settore giovanile granata. Sebbene manchino ancora le ufficialità, la società campana ha deciso di promuovere il tecnico per raccogliere l’eredità di Fabio Liverani.
    Per Colantuono sarà la terza esperienza con il cavalluccio marino sul petto. L’allenatore si prepara a rescindere il suo contratto attuale per assumere il nuovo incarico. Il suo arrivo in panchina è atteso per domani, quando verranno comunicati sia l’esonero di Liverani che la nomina del nuovo tecnico.
    Inizialmente, la Salernitana aveva valutato l’opzione di Pippo Inzaghi come successore di Liverani. Tuttavia, l’ex attaccante chiedeva garanzie contrattuali e progettuali che il club granata non è stato in grado di garantire. Questo ha portato la società a optare per una soluzione interna, promuovendo Colantuono dal settore giovanile. LEGGI TUTTO

  • in

    L’INTERVENTO Spalletti sul caso Acerbi: “Per quello che mi ha detto, non è episodio di razzismo”

    Il tecnico della Nazionale, Luciano Spalletti, ha affrontato la controversa vicenda che ha coinvolto Francesco Acerbi, difensore dell’Inter, accusato di razzismo per un episodio nei confronti di Juan Jesus durante la partita contro il Napoli: “Abbiamo un comunicato, il mio pensiero è lì dentro. Non vorrei mai trovarmi in questa posizione, ma noi abbiamo la responsabilità di uno sport importantissimo per la nostra nazione”.
    “Dobbiamo per forza agire, anche avendo da chiarire alcune cose. Per quello che mi ha detto Francesco non è un episodio di razzismo. Vorrei difendere i calciatori per quelle che sono cose che gli vengono attribuite”, ha dichiarato Spalletti. Il tecnico ha evidenziato l’importanza di fare attenzione a ciò che si dice o si fa, specialmente quando si fa parte della Nazionale.
    “È un dispiacere enorme prendere decisioni su questi episodi qui. Anche quando denunciamo un episodio del genere, dobbiamo stare attenti se lo abbiamo subito in maniera clamorosa. Ora abbiamo messo in difficoltà Acerbi, per noi è un calciatore importante. Ci dispiace non averlo da un punto di vista umano. Per quello che ci ha dimostrato, è un grande professionista”, ha concluso Spalletti. LEGGI TUTTO