More stories

  • in

    Aperte le candidature per le assunzioni nei 550 comuni campani Asmel

    Sono aperte dal 10 giugno e fino al 25 giugno le candidature per il terzo maxi-avviso per la selezione di 37 elenchi di idonei alle assunzioni in 4.470 enti locali Asmel. L’avviso pubblicato sul portale InPA è finalizzato a creare e aggiornare le liste di 37 profili professionali per laureati, diplomati e operai specializzati.PUBBLICITA

    Elenco di idonei è una procedura introdotta nel 2021 dal DL Reclutamento e dà la possibilità agli enti locali di organizzare e gestire in forma aggregata selezioni uniche per la formazione di elenchi di idonei alle assunzioni a tempo indeterminato e determinato (anche stagionali), per vari profili e categorie professionali coprendo così tutti i fabbisogni degli Enti che aderiscono allo specifico accordo.

    È una modalità di reclutamento molto più veloce dei classici concorsi pubblici e dello scorrimento delle graduatorie di altri enti permettendo di finalizzare le assunzioni in sole 4-5 settimane, come testimoniato dai 740 enti soci Asmel che hanno adottato questa procedura già a partire dal 2022.
    Nel 2023 sono state perfezionate 117.000 candidature provenienti da tutta Italia con il 60% dei candidati tra i 31 e i 40 anni. Sono stati già assunti 545 idonei e ulteriori 370 procedure finalizzate all’assunzione sono attualmente in corso. Quasi il 60% è assunto a tempo indeterminato e il 42% degli assunti ha meno di 35 anni.

    Per il terzo maxi-avviso è possibile candidarsi ad uno o più profili tramite la piattaforma www.asmelab.it. Dopo aver superato la prova preselettiva a cura di Asmel composta da 60 quesiti a risposta multipla, gli idonei restano iscritti nell’elenco per 3 anni o fino alla data della loro assunzione a tempo indeterminato. Con un’ulteriore prova selettiva curata dall’Ente che ha indetto l’interpello, si passa alle assunzioni con una procedura che si conclude in massimo 4-5 settimane, come comprovato dall’esperienza maturata.
    In Campania sono 550 gli enti soci Asmel che hanno la possibilità di assumere attraverso questa procedura, tra questi anche Battipaglia, Mondragone, Procida, Casoria, Bellizzi, Sarno, Somma Vesuviana, Atripalda, Bacoli, Orta Di Atella, San Nicola La Strada, Capua, Casavatore, Frattaminore, Santa Maria A Vico, Monte Di Procida, Calvizzano, Solofra, Mercogliano, Barano D’Ischia, Giugliano In Campania, Pompei, Pertosa, San Gennaro Vesuviano.
    Leggi AncheEsperto in diritto Diplomatico e Internazionale. Lavora da oltre 30 anni nel mondo dell’editoria e della comunicazione. E’ stato rappresentante degli editori locali in F.I.E.G., Amministratore di Canale 10 e Direttore Generale della Società Centro Stampa s.r.l. Attento conoscitore della realtà Casertana. LEGGI TUTTO

  • in

    Qualiano, pusher in manette durante controlli a largo raggio dei carabinieri

    Nella serata di ieri, i carabinieri della stazione locale, insieme ai militari del reggimento Campania, hanno condotto un’operazione a largo raggio setacciando le strade della cittadina a nord di Napoli. L’operazione ha portato all’arresto di Pasquale Sagnotta, un 41enne del posto già noto alle forze dell’ordine, per spaccio di droga.PUBBLICITA

    L’uomo è stato sorpreso dai militari nel parcheggio del centro commerciale di via San Francesco a Patria mentre cedeva una dose di cocaina a un cliente. Fermato e perquisito, è stato trovato in possesso di altre 10 dosi della stessa sostanza, oltre a 4 cellulari e 150 euro in contanti, ritenuti provento dell’attività illecita.

    Droga, telefoni e denaro sono stati sequestrati. Sagnotta è attualmente in attesa di giudizio. Durante l’operazione, sono stati effettuati anche controlli al codice della strada, con diverse sanzioni contestate per infrazioni come la guida senza casco, mancanza di revisione e assenza di assicurazione.
    Leggi AncheEsperto in diritto Diplomatico e Internazionale. Lavora da oltre 30 anni nel mondo dell’editoria e della comunicazione. E’ stato rappresentante degli editori locali in F.I.E.G., Amministratore di Canale 10 e Direttore Generale della Società Centro Stampa s.r.l. Attento conoscitore della realtà Casertana. LEGGI TUTTO

  • in

    Salerno, al Ruggi due interventi di chirurgia pediatrica robotica

    Un passo avanti significativo nella medicina pediatrica è stato compiuto all’Azienda ospedaliera universitaria San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona di Salerno. Grazie all’equipe diretta dal dottor Umberto Ferrentino, responsabile della Chirurgia Pediatrica del Ruggi, sono stati eseguiti i primi interventi di chirurgia robotica pediatrica nella struttura.PUBBLICITA

    “È stato un traguardo difficile, su una via tortuosa,” ha dichiarato il dottor Ferrentino. “Un lungo percorso di formazione ci ha condotti a questo risultato straordinario, reso possibile grazie alla sinergia e alla cooperazione tra medici specialisti, infermieri e operatori socio-sanitari. Ogni fase del processo ha beneficiato della necessaria assistenza, sempre supportati dalla Direzione Strategica del Ruggi che ha puntato sull’elevare i parametri di sicurezza e qualità, perfezionando le prestazioni del chirurgo pediatra attraverso l’uso della robotica.”

    Questi primi interventi segnano una collaborazione di lunga data tra la Chirurgia Pediatrica del Ruggi e il professore Ciro Esposito, direttore della Chirurgia Pediatrica dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, Centro di Riferimento di Chirurgia Robotica Pediatrica Regionale. Tra gli interventi eseguiti, uno in particolare ha permesso di correggere una rara malformazione delle vie urinarie.
    Il giovane paziente, un ragazzo di 14 anni, presentava un’ostruzione dei calici maggiori del rene destro, che risultavano essere extrarenali e compressi dalla vena renale, compromettendo il normale deflusso delle urine. “La tecnologia robotica ci ha permesso di arrivare dove sarebbe stato impossibile giungere,” ha spiegato il dottor Ferrentino. “Una migliore manipolazione delle strutture durante la procedura chirurgica ci ha consentito di isolare i calici ostruiti e sospendere il vaso, permettendo così alle urine di riprendere il loro normale percorso verso la vescica, senza rischi aggiunti per il bambino.”

    Leggi AncheEsperto in diritto Diplomatico e Internazionale. Lavora da oltre 30 anni nel mondo dell’editoria e della comunicazione. E’ stato rappresentante degli editori locali in F.I.E.G., Amministratore di Canale 10 e Direttore Generale della Società Centro Stampa s.r.l. Attento conoscitore della realtà Casertana. LEGGI TUTTO

  • in

    Boscoreale revolver in casa: arrestato 66enne

    Boscoreale. Aveva un revolver in casa con tanto di proiettili, pur sapendo di essere un soggetto con precedenti penali e quindi soggetto a perquisizioni e controlli. I fatti i carabinieri rinventuta l’arma e i proiettili lo hanno arrestato.PUBBLICITA
    E’ accaduto a Boscoreale dove i carabinieri della locale stazione hanno effettuato una serie di perquisizioni alla ricerca di armi.

    Punti Chiave ArticoloNel corso dei controlli nell’abitazione dell’uomo i carabinieri hanno rinvenuto e sequestrato una pistola revolver con matricola punzonata e sei cartucce calibro 38. Il revolver sottoposto ad esami balistici L’uomo è in attesa di giudizio mentre l’arma sarà sottoposta ad accertamenti balistici per verificare il suo eventuale utilizzo in fatti di sangue o altri delitti.
    Leggi AncheEsperto in diritto Diplomatico e Internazionale. Lavora da oltre 30 anni nel mondo dell’editoria e della comunicazione. E’ stato rappresentante degli editori locali in F.I.E.G., Amministratore di Canale 10 e Direttore Generale della Società Centro Stampa s.r.l. Attento conoscitore della realtà Casertana. LEGGI TUTTO

  • in

    Paura Antonella Clerici operata alle ovaie: “Tutto è andato bene”

    La conduttrice televisiva Antonella Clerici ha condiviso sui social la sua esperienza con un intervento chirurgico d’urgenza alle ovaie.PUBBLICITA
    “Come sempre voglio essere sincera con voi – scrive in un post – e raccontarvi cosa mi è successo perché questo possa ricordare a tutti l’importanza della prevenzione.”

    Punti Chiave ArticoloGiovedì scorso, la Clerici si trovava a Roma per un concerto di Gigi D’Alessio quando il suo ginecologo le ha consigliato di sottoporsi a un controllo per una cisti ovarica. Da lì, un susseguirsi di eventi rapidi: risonanza magnetica, ricovero e intervento chirurgico. “Ciao ovaie. Tutto è andato bene”, rassicura la conduttrice. Nel post, Clerici ringrazia il team di medici e infermieri che l’hanno curata e assistita, così come gli amici che le sono stati vicini in questo momento delicato.
    “Adesso un po’ di convalescenza… a presto”, conclude con un messaggio positivo. Tanti i messaggi di affetto e vicinanza da parte di colleghi e follower, che le augurano una pronta guarigione. L’importanza della prevenzione L’esperienza di Antonella Clerici sottolinea l’importanza della prevenzione, soprattutto in ambito ginecologico. Controlli regolari e l’ascolto del proprio corpo sono fondamentali per una diagnosi precoce e un trattamento tempestivo di eventuali problematiche. Leggi Anche LEGGI TUTTO

  • in

    Forio assessore denunciato per abusi edilizi

    Forio. I Carabinieri della compagnia di Ischia, nell’ambito di un’operazione finalizzata al contrasto dell’abusivismo edilizio, hanno denunciato 4 persone e arrestato un uomo per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.PUBBLICITA
    Tra i denunciati figura anche un 55enne di Forio, assessore in carica con diverse deleghe legate all’ambiente e alle tradizioni locali. Nella sua abitazione in via Mortola, i militari hanno rilevato la costruzione di una struttura abusiva di circa 50 metri quadri.

    Punti Chiave ArticoloGli interventi per abusivismo edilizio Via Palummera: I Carabinieri, supportati dai tecnici del comune di Forio, hanno denunciato 3 persone per la costruzione abusiva di un muro perimetrale di circa 22 metri. Si tratta dei proprietari di un’abitazione e del geometra responsabile dei lavori. La struttura, realizzata senza alcuna autorizzazione in un’area sottoposta a vincoli paesaggistico, sismico e ambientale, è stata sequestrata.Via Mortola: I Carabinieri hanno denunciato un 55enne per la costruzione abusiva di una struttura di circa 50 metri quadri all’interno della sua abitazione. Anche in questo caso, l’area è soggetta a vincoli sismici e paesaggistici. Arrestato uomo per resistenza a pubblico ufficiale Durante i controlli, un 33enne del posto, già noto alle forze dell’ordine, si è scagliato contro i Carabinieri in evidente stato di alterazione alcolica. L’uomo ha colpito i militari con pugni prima di essere bloccato e ammanettato. È ora in camera di sicurezza in attesa di giudizio.
    L’Arma dei Carabinieri è impegnata quotidianamente nel contrasto dell’abusivismo edilizio, un fenomeno che deturpa il territorio e mette a rischio la sicurezza dei cittadini. I controlli proseguiranno con la massima determinazione per tutelare l’ambiente e la legalità. Leggi Anche LEGGI TUTTO

  • in

    Meteomar Napoli e Campania 13 Giugno 2024: Onde e Venti in Arrivo

    Oggi, 13 giugno 2024, le previsioni meteomar per Napoli e il resto della Campania indicano una giornata movimentata. Ecco un’analisi dettagliata delle condizioni attese per chiunque debba prendere il mare o semplicemente desideri restare aggiornato.PUBBLICITA
    Condizioni: Mare da mosso a molto mosso per tutto il giorno. Nel dettaglio, al pomeriggio mare mosso, nella notte mare molto mosso

    Punti Chiave ArticoloVento: Venti da moderati a forti provenienti dai quadranti occidentali per tutto il giorno con un’intensità minima di 8.1 km/h ed un’intensità massima di 19.3 km/h. Mare e Venti Nella mattinata, il mare si presenterà moderatamente mosso lungo tutta la costa campana. In particolare, le acque del Golfo di Napoli saranno caratterizzate da onde di altezza variabile tra 1,2 e 1,5 metri. Tuttavia, verso il pomeriggio, si prevede un ulteriore aumento dell’altezza delle onde, che potrebbe raggiungere i 2 metri, specialmente nelle aree più esposte.
    I venti soffieranno prevalentemente da sud-est con intensità moderata, tra i 15 e i 20 nodi, ma potrebbero intensificarsi fino a raggiungere i 25 nodi nel tardo pomeriggio. Questi venti potrebbero causare condizioni di mare agitato, soprattutto lungo le coste esposte. Temperature e Visibilità Le temperature marine si manterranno su valori gradevoli, oscillando tra i 20 e i 22 gradi Celsius, mentre la temperatura dell’aria si aggirerà intorno ai 25 gradi, con punte di 28 gradi nelle ore centrali della giornata. La visibilità sarà generalmente buona, intorno ai 10 chilometri, ma potrebbero verificarsi riduzioni locali a causa di eventuali precipitazioni o foschie mattutine. Consigli e Avvertenze 1. Navigazione: Per chi ha in programma uscite in barca o attività di pesca, è consigliabile prestare particolare attenzione alle condizioni di mare e vento, specialmente nel pomeriggio. Meglio limitare le uscite alle ore mattutine quando il mare è previsto essere meno agitato. 2. Attenzione alle Spiagge: I bagnanti dovrebbero fare attenzione alle onde più alte e alle correnti, evitando di avventurarsi troppo lontano dalla riva. È consigliato seguire sempre le indicazioni degli stabilimenti balneari e delle autorità costiere. 3. Sport Acquatici: Gli appassionati di sport acquatici come il surf o il windsurf troveranno condizioni favorevoli grazie ai venti sostenuti, ma è fondamentale esercitare prudenza e avere esperienza nelle condizioni descritte. Per il meteomar in tempo reale è possibile consultare il bollettino dell’Aeronautica Militare a questo indirizzo Leggi Anche LEGGI TUTTO

  • in

    Uccise il figlio, Adalgisa Gamba va in ospedale psichiatrico giudiziario: nessuno haha voluto accudirla

    Napoli. Adalgisa Gamba, la donna di 42 anni che lo scorso 2 gennaio 2022 a Torre del Greco aveva ucciso il figlio di due anni e mezzo, Francesco, non verrà sottoposta a libertà vigilata.PUBBLICITA
    Nonostante l’assoluzione per vizio totale di mente ottenuta lo scorso 4 giugno, a causa dell’assenza di strutture sanitarie o familiari disponibili ad accoglierla e curarla, la donna non potrà tornare a casa.

    Punti Chiave ArticoloI giudici della prima sezione della Corte d’Assise di Napoli, che l’hanno assolta, hanno infatti disposto il suo trasferimento in un ospedale psichiatrico giudiziario in regime di Rems. La misura si è resa necessaria a causa dell’impossibilità di applicare la libertà vigilata con obbligo di cura e dimora presso una struttura idonea, come stabilito in sentenza.
     Sarà rinchiusa in in Rems per i prossimi 15 anni La Procura di Torre Annunziata, guidata dal pm Andreana Ambrosino, aveva già richiesto il trasferimento della donna in Rems, sottolineando la necessità di cure psichiatriche specifiche. Adalgisa Gamba, affetta da problemi psichici, si era autodiagnosticata l’autismo del figlio consultando internet. Il tragico evento del gennaio 2022 aveva scosso profondamente la comunità di Torre del Greco. La vicenda pone ancora una volta l’accento sulla carenza di strutture adeguate per la cura di persone con gravi disturbi mentali e sull’importanza di una rete di supporto socio-sanitario in grado di accompagnare e sostenere chi ne ha bisogno. Leggi AncheGiuseppe Del Gaudio, giornalista professionista dal 1991. Amante del cinema d’azione, sport e della cultura Sud Americana. Il suo motto: “lavorare fa bene, il non lavoro: stanca” LEGGI TUTTO

  • in

    Bollettino Campi Flegrei: il suolo torna a sollevarsi di 2 centrimetri in un mese

    Pozzuoli. Secondo il bollettino settimanale di monitoraggio dei Campi Flegrei del 11/06/2024 (relativo alla settimana dal 3 al 9 giugno 2024), pubblicato dall’Osservatorio Vesuviano “non si evidenziano elementi tali da suggerire significative evoluzioni a breve termine”.PUBBLICITA
    Alla luce dei dati di monitoraggio si evidenzia:Punti Chiave ArticoloSCENARI ATTESI: Sulla base dell’attuale quadro dell’attività vulcanica, non si evidenziano elementi tali da suggerire significative evoluzioni a breve termine.Situazione attuale ai Campi Flegrei (13 giugno 2024)
    Attività sismica: Nella settimana dal 3 al 9 giugno 2024 sono stati registrati 143 terremoti, con un evento di magnitudo 3.7 il 8 giugno.Dal 8 giugno alle 01:48 UTC è stato registrato uno sciame sismico di 56 eventi nell’area Solfatara-Pisciarelli.Maggiori dettagli sugli eventi sismici sono disponibili ai seguenti link:http://sismolab.ov.ingv.it/sismo/index.php?PAGE=SISMO/last&area=Flegreihttps://terremoti.ov.ingv.it/gossip/flegrei/2023/index.html Bradisismo: La velocità di sollevamento nell’area di massima deformazione è tornata a circa 2 cm al mese.Il sollevamento totale registrato a Rione Terra (RITE) è di circa 123 cm da gennaio 2011, di cui 27 cm da gennaio 2023 e 9 cm da gennaio 2024.Questo sollevamento supera di circa 35 cm il picco massimo raggiunto durante la precedente crisi bradisismica degli anni ’80.
    Attività geochimica: I flussi di CO2 dal suolo non hanno mostrato variazioni significative nell’ultima settimana.La temperatura di una emissione fumarolica nell’area di Pisciarelli è stabile a circa 95°C.Il flusso di CO2 misurato mensilmente nella Solfatara conferma un trend in aumento, con valori elevati di circa 5000 t/d. Leggi AncheEsperto in diritto Diplomatico e Internazionale. Lavora da oltre 30 anni nel mondo dell’editoria e della comunicazione. E’ stato rappresentante degli editori locali in F.I.E.G., Amministratore di Canale 10 e Direttore Generale della Società Centro Stampa s.r.l. Attento conoscitore della realtà Casertana. LEGGI TUTTO

  • in

    Appalti truccati a Caserta: arrestati politici e funzionari comunali

    Blitz al comune di Caserta: in manette un politico e alcuni funzionari comunali coinvolti un una inchiesta della Procura di santa Maria Capua Vetere su una serie di appalti pilotati.PUBBLICITA

    Nell’operazione sono coinvolti anche altre persone tra cui imprenditori. Gli arresti complessivamente sono cinque e tutti agli arresti domiciliari. L’indagine si è sviluppata anche grazie a numerose intercettazioni telefoniche e ambientali.

    Gli arresti sono stati eseguiti dai carabinieri del Nucleo Investigativo di Caserta su disposizione del procuratore capo di Santa Maria Capua Vetere, Pierpaolo Bruni.
    Nel corso dell’operazione sono stati sequestrati documenti relativi ad alcuni appalti pubblici finiti nell’inchiesta.

    Leggi AncheEsperto in diritto Diplomatico e Internazionale. Lavora da oltre 30 anni nel mondo dell’editoria e della comunicazione. E’ stato rappresentante degli editori locali in F.I.E.G., Amministratore di Canale 10 e Direttore Generale della Società Centro Stampa s.r.l. Attento conoscitore della realtà Casertana. LEGGI TUTTO

  • in

    Castel Volturno, assolti ex sindaco Scalzone ed ex vice Marcello

    L’ex sindaco di Castel Volturno, Antonio Scalzone, e l’ex vicesindaco Lorenzo Marcello, sono stati assolti dall’accusa di concorso esterno in camorra perché il fatto non sussiste.PUBBLICITA
    È questa la sentenza della seconda sezione, collegio C, del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, che ha condannato il collaboratore di giustizia Gaetano Vassallo a un anno e sei mesi, in continuazione su una precedente condanna, e Davide Granato a 3 anni e 3 mesi di reclusione.

    Punti Chiave ArticoloTutti gli altri imputati sono stati prosciolti per reati satellite per intervenuta prescrizione. Il pubblico ministero della Dda di Napoli, Maurizio Giordano, aveva chiesto la condanna solo per Marcello a 7 anni di carcere. Secondo la Dda di Napoli, il clan dei Casalesi avrebbe condizionato gli atti del Comune di Castel Volturno in relazione alla realizzazione del Centro Commerciale Giolì e altre opere pubbliche.
     Sotto accusa era finita il centro commerciale Gioli Ma il tribunale ha ritenuto insussistenti le infiltrazioni, così come per un’altra costola del processo in cui era stato assolto per concorso esterno e corruzione un altro ex sindaco di Castel Volturno, l’ex magistrato Francesco Nuzzo. Leggi AncheEsperto in diritto Diplomatico e Internazionale. Lavora da oltre 30 anni nel mondo dell’editoria e della comunicazione. E’ stato rappresentante degli editori locali in F.I.E.G., Amministratore di Canale 10 e Direttore Generale della Società Centro Stampa s.r.l. Attento conoscitore della realtà Casertana. LEGGI TUTTO

  • in

    Camorra, imprenditori pagavano 5mila euro al mese di pizzo al clan di Rosario Giugliano

    Smantellato un clan camorristico nel salernitano: 22 arresti e un agli arresti domiciliariPUBBLICITA

    Un duro colpo alla camorra salernitana. Un’operazione congiunta della Squadra Mobile di Salerno e del Reparto Territoriale dei Carabinieri di Nocera Inferiore ha portato all’arresto di 22 persone e all’emissione di una misura cautelare degli arresti domiciliari per un altro individuo, tutti accusati di associazione per delinquere di stampo mafioso, detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti, estorsioni, rapine, ricettazione e detenzione e porto illegali di armi, tutti aggravati dal metodo e dalle finalità mafiose.

    Le indagini. L’operazione, coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia della Procura di Salerno, rappresenta lo sviluppo investigativo di un’inchiesta già in corso nell’agro nocerino-sarnese, che aveva già portato all’arresto di diversi esponenti dei clan camorristici Fezza-De Vivo e Giugliano nel dicembre 2022.
    Le nuove indagini, corroborate anche dalle dichiarazioni di alcuni collaboratori di giustizia, hanno permesso di ricostruire il modus operandi del clan e di delineare un quadro completo delle sue attività illecite.

    Le attività del clan. Il gruppo criminale era principalmente impegnato nello spaccio di stupefacenti, controllando il territorio anche attraverso estorsioni ai danni di imprenditori e commercianti.
    Le indagini hanno inoltre portato alla luce la connivenza di alcuni imprenditori compiacenti, che fungevano da collettore delle estorsioni ai danni di altri imprenditori concorrenti, costretti a pagare al clan fino a 5mila euro al mese. Agli indagati vengono contestati otto episodi di estorsione, tutti aggravati dal metodo e dalle finalità mafiose.
    Le armi. Il clan disponeva anche di un arsenale di armi: durante l’operazione sono stati sequestrati due fucili, tre pistole e numerose munizioni di vario calibro.
    Le condanne. Per i fatti oggetto dell’ordinanza di dicembre 2022, il Gup di Salerno ha recentemente emesso sentenza di condanna nei confronti di alcuni degli imputati.
    L’impegno contro la camorra. L’operazione di oggi rappresenta un importante passo avanti nella lotta alla camorra nel salernitano. Le forze dell’ordine continueranno a lavorare per sgominare i clan e ripristinare la legalità sul territorio.
    Leggi Anche LEGGI TUTTO