More stories

  • in

    Digitale Terrestre: domenica 5 dicembre a Porretta si conclude il tour nazionale di tivùsat

    Cominciato il 30 settembre, il tour promozionale di tivùsat (www.tivusat.tv), che ha già toccato molte città di tutte le regioni italiane, si conclude domenica 5 dicembre a Porretta nel comune di Alto Reno Terme (Bologna) sul piazzale della stazione, dove, dalle 10 alle 18, sosterà il caravan di tivùsat.
    Il caravan è attrezzato con due mega-schermi sintonizzati contemporaneamente su uno stesso canale: il primo schermo riceve il segnale tramite rete terrestre in tecnologia SD (standard), mentre il secondo schermo riceve il segnale tramite satellite in HD (alta definizione). Questo, per poter consentire ai cittadini e agli amministratori locali di apprezzare dal vivo la nitidezza del segnale digitale via satellite e per raccogliere tutte le informazioni necessarie.
    In questo periodo di cambiamento per tutta la Tv digitale, l’obiettivo delle istituzioni coinvolte, fra cui Corecom, Regione e Lepida, è quello di far conoscere la piattaforma tivùsat a chi vive in Appennino, alle prese, talvolta, con un segnale televisivo terrestre non ottimale a causa della complessa conformazione del territorio.
    A proposito di tivùsat
    Più del 10% delle famiglie italiane riceve oggi la tv via satellite grazie a tivùsat, con oltre 4 milioni di smartcard attivate e 6 milioni di spettatori. Lanciata nel 2009 e gestita da Tivù s.r.l, società partecipata da Rai, Mediaset, Telecom Italia, Associazione TV locali e Aeranti Corallo, tivùsat rappresenta la soluzione ideale per chiunque abbia problemi di ricezione del segnale terrestre, poiché permette di raggiungere tutte le aree del territorio, anche quelle che, per ragioni orografiche, risultano di difficile copertura.
    È la prima piattaforma satellitare gratuita italiana con la quale accedere ai canali generalisti, ai canali presenti anche sul digitale terrestre e alle principali emittenti internazionali. Tivùsat è l’unica piattaforma gratuita dove è possibile vedere più di 180 canali radio e TV, 60 dei quali in HD e 7 in 4K Ultra HD: basta dotarsi una tantum di un decoder satellitare (o di una CAM inserita in un TV di nuova generazione) collegati ad un’antenna parabolica orientata su Hotbird 13°EST.

    Assemblea

    3 Dicembre 2021 LEGGI TUTTO

  • in

    Presidente Petitti a cerimonia intitolazione strada ad Arrigo Boldrini a Ravenna

    In occasione del 77° anniversario della Liberazione di Ravenna dal nazifascismo, venerdì 3 dicembre, il Comune ha intitolato una via ad Arrigo Boldrini, protagonista della lotta partigiana.
    Alla cerimonia, con il sindaco Michele De Pascale e il presidente nazionale dell’Anpi Gianfranco Pagliarulo, ha portato i saluti la presidente dell’Assemblea legislativa Emma Petitti.
    “Arrigo Boldrini- ha commentato la presidente- riuscì a realizzare un’esperienza quasi unica di lotta partigiana, conquistando con i suoi uomini il sostegno di centinaia di famiglie contadine, di operai, braccianti, settori del ceto medio urbano, gruppi di studenti e intellettuali, alcuni sacerdoti e tanti ex militari. Con il suo coraggio, la sua determinazione e la sua fedeltà patriottica, iniziò a guidare l’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia, di cui è stato presidente dalla fondazione a quando le forze glielo hanno permesso. Bulow, perché almeno una volta mi piace citarlo col nome di battaglia, ha dato continuità ai valori e agli ideali della liberazione e ha contribuito a portare avanti nel tempo l’importante missione educativa e culturale volta a coinvolgere le nuove generazioni”.

    Assemblea

    3 Dicembre 2021 LEGGI TUTTO

  • in

    Presidente Petitti interviene a convegno Upi su riforma Testo unico enti locali

    “Riforma del Testo unico degli enti locali. Autonomie territoriali e Corte dei conti tra sussidiarietà, adeguatezza e ausiliarietà” è il titolo del convegno promosso dall’Upi (Unione delle Province d’Italia) venerdì 3 dicembre, in vista della prospettata riforma del Tuel.
    Le modifiche cambieranno i rapporti tra centro e periferia, tra l’assetto burocratico e quello politico, e lo scopo di Upi, attraverso questo Convegno, è di mettere a fuoco della riforma grazie all’intervento di esperti provenienti dal mondo accademico, da quello delle professioni, dalle istituzioni e dalla magistratura contabile.
    In apertura, con il presidente dell’Upi Gian Domenico Tomei e l’assessore al Riordino istituzionale Paolo Calvano, è intervenuta la presidente dell’Assemblea legislativa Emma Petitti. “La prospettata modifica del Testo Unico degli Enti Locali – ha sottolineato la presidente – si pone in un contesto significativo. La crisi pandemica ha posto gli Enti territoriali e, in primis, Province e Comuni di fronte a nuove e importanti sfide, fra cui l’efficiente gestione dei fondi derivanti dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, che avrà una ricaduta diretta sul territorio”.
    Emma Petitti ha poi aggiunto: “La riforma del Tuel potrebbe comportare un’evoluzione dei rapporti istituzionali e del ruolo fondamentale che le Amministrazioni territoriali svolgono a favore della collettività di riferimento. Come Presidente dell’Assemblea legislativa, posso assicurare la massima collaborazione, con l’obiettivo, previsto peraltro dallo stesso Statuto della Regione Emilia-Romagna, di ‘promuovere e attuare un coordinato sistema delle autonomie locali’ e favorirne la ripresa, lo sviluppo e la crescita, per contribuire a una riforma che valorizzi pienamente il ruolo degli Enti locali”.
    (Lucia Paci)

    Assemblea

    3 Dicembre 2021 LEGGI TUTTO

  • in

    Tagliaferri (Fdi): ripristinare le fermate delle “Frecce” a Piacenza

    Ripristinare le “Frecce” soppresse sulla tratta ferroviaria di Piacenza.
    A chiederlo, in un’interrogazione, è Giancarlo Tagliaferri (Fdi), che ricorda come “nel nuovo orario di Trenitalia, in vigore dal 12 dicembre, si taglierà fuori la stazione di Piacenza. Il treno Freccia bianca 8814 Bologna-Milano, infatti, che fermava a Piacenza alle 14.40 per essere a destinazione alle 15.25, non risulta nel nuovo orario per Piacenza. Così come la Freccia argento 8811, che da Milano (12.35) ferma a Piacenza alle 13.18”.
    Il consigliere apprezza le prese di posizione dell’assessore ai Trasporti Andrea Corsini, ma reputa “insufficiente il solo invio di una lettera a Trenitalia in cui si ammonisce l’Azienda a non operare interventi sull’Alta velocità in maniera unilaterale”.
    Da qui l’atto ispettivo per sapere dall’esecutivo regionale “se intenda chiedere un confronto con il governo nazionale, assumendo una posizione forte e intransigente a tutela dei tanti pendolari in difficoltà dopo le ultime decisioni di Trenitalia”.
    (Luca Molinari)

    Infrastrutture e trasporti

    3 Dicembre 2021 LEGGI TUTTO

  • in

    Castaldini (Fi): “Servono risorse umane e strategie per il Pnrr”

    Le risorse umane, le assunzioni, la formazione e le strategie necessarie per il rispetto delle tempistiche dei progetti inseriti nel Pnrr. Sono i punti centrali di un’interrogazione alla Giunta di Valentina Castaldini (Fi).
    La consigliera vuole conoscere “il dettaglio delle risorse umane destinate al supporto dei progetti regionali previsti dal Pnrr, i tempi, le assunzioni previste e l’utilizzo di consulenti esterni nonché il piano formativo ipotizzato per riqualificare il personale dipendente”. Infine, la capogruppo chiede quali siano le strategie adottate, e quelle da attivare, “per garantire il rispetto delle tempistiche previste dai progetti finanziati con il Pnrr”.
    La consigliera ricorda come siano 6 gli ambiti di intervento che il Pnrr assegna agli Enti locali, che si concentrano in tre aree: “transizione ecologica (investimenti stimati tra i 18 e i 18,7 miliardi), inclusione e coesione sociale (16,9-18,7 miliardi) e salute (14,7 miliardi)”. Le istituzioni locali dovranno non solo avanzare proposte, ma anche realizzare i progetti e verificare la regolarità di spese e procedure. E per far questo, il Pnrr dà la possibilità di assumere esperti a tempo determinato.
    Il 30 novembre, scrive Valentina Castaldini, “sono stati pubblicati sul portale ‘inPA’ gli avvisi per il conferimento di 1.000 incarichi di collaborazione a professionisti ed esperti, ma, secondo l’Ufficio parlamentare di bilancio, gli Enti locali potrebbero non avere le strutture per completare le opere, situazione che potrebbe spingere il governo a esercitare i propri poteri sostitutivi, determinando una forte concentrazione nella gestione delle risorse”.
    (Gianfranco Salvatori)

    Governo locale e legalità

    3 Dicembre 2021 LEGGI TUTTO

  • in

    Sanità. Castaldini (Fi): chiarezza sui progetti da finanziare col Pnrr

    Quali sono i primi progetti finanziati in Emilia-Romagna con i fondi del Pnrr? Quali sono i criteri utilizzati per scegliere questi progetti?
    A chiederlo, in un’interpellanza, è Valentina Castaldini (FI). “Alcune Regioni- sottolinea la capogruppo- hanno presentato, già a settembre, i primi provvedimento inerenti la ‘messa a terra’ di quanto indicato nel PNRR per la sanità territoriale. La Regione Emilia-Romagna ha dichiarato di aver avviato un confronto con i Direttori delle Ausl per individuare i progetti da privilegiare e tale iter dovrebbe coinvolgere anche le Conferenze territoriali socio-sanitarie (Ctss) delle singole provincie per acquisire dai territori le indicazioni e le priorità. Da un accesso agli atti, però, risulta la mancata trasmissione alla Regione di queste istanze da parte delle Direzione sanitarie”.
    Da qui l’atto ispettivo per sapere dalla Giunta “se e quando intende declinare formalmente l’utilizzo dettagliato della prima tranche di fondi PNRR, il dettaglio dei primi progetti finanziati e i criteri per la loro individuazione”.
    (Luca Molinari)

    Governo locale e legalità

    3 Dicembre 2021 LEGGI TUTTO

  • in

    Mastacchi (Rete): “Rafforzare la legge per la prevenzione del sovraindebitamento”

    Un progetto di legge che ha “l’obiettivo di estendere e rafforzare le misure già previste dalla legge vigente, dirette a prevenire, contrastare e definire le crisi da sovraindebitamento”. Lo ha presentato Marco Mastacchi, capogruppo di Rete Civica.
    Il testo vuole modificare la legge regionale 29 novembre 2019, n. 28 e “si prefigge innanzitutto (art. 2) l’obiettivo di incentivare i Comuni e gli altri enti locali a istituire, nei rispettivi territori, degli sportelli pubblici di ascolto per il sovraindebitamento che offrano gratuitamente, attraverso personale competente e qualificato, attività di consulenza e informazione ai soggetti in difficoltà, per aiutare ciascuno a inquadrare correttamente la propria situazione, individuare la documentazione necessaria da presentare agli OCC (Organismi di composizione delle crisi, ndr) agevolando l’accesso, nel modo più adeguato, ai servizi resi dagli OCC stessi, secondo quanto previsto dalla legge n. 3/2012”.
    Nel compito degli sportelli di ascolto, come prevede la legge nazionale, rientra anche la prevenzione dell’usura. Gli sportelli, afferma Mastacchi, “una volta attivati, potranno fornire agli utenti anche sostegno psicologico”. Il progetto di legge promuove anche la formazione del personale addetto agli sportelli, perché “possano fornire alle persone sovraindebitate un’adeguata consulenza sia sul piano tecnico che psicologico”.
    Il Pdl è composto di 5 articoli e, sottolinea Mastacchi, intende modificare la legge regionale promuovendo “un maggiore coinvolgimento degli ordini professionali nell’attivazione, da parte degli enti locali, di sportelli pubblici di ascolto per il sovraindebitamento (art.2)”. Inoltre, impegna la Giunta “ad assumere iniziative per un’adeguata divulgazione agli enti locali delle diverse misure previste dal progetto stesso per prevenire e contrastare le crisi da sovraindebitamento, con particolare riferimento a quelle relative all’attivazione presso gli enti locali degli sportelli pubblici di ascolto (art.3)”. Un altro aspetto riguarda l’aggiornamento della “clausola valutativa prevista nell’articolo 5 della L.R. n.28/2019, alla luce della nuova previsione relativa all’attivazione presso gli enti locali degli sportelli pubblici di ascolto per il sovraindebitamento (art.4)”. L’ultimo articolo è dedicato alla norma finanziaria.
    (Gianfranco Salvatori)

    Governo locale e legalità

    2 Dicembre 2021 LEGGI TUTTO

  • in

    La presidente Petitti incontra il Magnifico Rettore Giovanni Molari: “Collaborazione comune e impegno per Zaki”

    La presidente dell’Assemblea legislativa Emma Petitti ha incontrato oggi il Magnifico Rettore dell’Università di Bologna, Giovanni Molari.
    Durante l’incontro si è parlato dell’impegno comune tra le due Istituzioni e per ottenere la liberazione di Patrick Zaki, attivista e studente egiziano, in carcere dal 7 febbraio 2020.
    “Al Magnifico Rettore Molari- ha spiegato la presidente Petitti- ho chiesto collaborazione e un impegno comune tra Università di Bologna e Assemblea legislativa per il bene della nostra regione. Importante, inoltre, la conferma dell’impegno per chiedere che a Patrick Zaki venga finalmente concessa la scarcerazione: dobbiamo permettere a Patrick di riabbracciare al più presto la sua famiglia”.
    “Anche io continuerò a fare la mia parte- ha sottolineato Emma Petitti- tenendo fede all’impegno preso al momento del mio insediamento alla presidenza dell’Assemblea legislativa. Dobbiamo permettere a Patrick di tornare in Italia al più presto, per proseguire il suo percorso di studi all’Università di Bologna”.
    La prossima udienza è fissata per il 7 dicembre e in quella data, promosse da Amnesty International, verranno organizzate manifestazioni in 50 piazze in tutta Italia. La mobilitazione di Bologna è prevista per lunedì 6 dicembre.

    Assemblea

    2 Dicembre 2021 LEGGI TUTTO

  • in

    Pigoni (lista Bonaccini): adeguare tabelle compensazione per aumento prezzi legname da costruzione

    Il governo aggiorni la tabella che regola, relativamente al segmento del “legname da costruzione”, la compensazione dell’aumento dei prezzi dei materiali da costruzione per le imprese che operano nel settore edilizio.
    A chiedere un intervento della Regione sul governo Draghi per affrontare i rincari del settore è, in una risoluzione, la consigliera Giulia Pigoni (Lista Bonaccini).
    “Se non verrà trovata quanto prima una soluzione, inquadrando con chiarezza la situazione del legname da costruzione all’interno del decreto sulla compensazione dell’aumento dei costi dei materiali di produzione, si potrebbe innescare un pericoloso effetto domino su tutto il settore delle costruzioni, che potrebbe causare perdite al comparto industriale pari ad almeno 50-60 milioni con una diminuzione di posti di lavoro, in tale settore, da 1.200 alle 1.800 unità”, spiega Pigoni. Per la capogruppo, “nel momento storico in cui la sostenibilità è obiettivo primario dell’Europa e perno delle politiche del governo nazionale e della nostra Regione, il legno strutturale, comprensivo del suo riciclo e riuso, dovrebbe essere considerato come un materiale sostenibile per eccellenza, che, più di ogni altro, è in grado di aiutare il settore edile nel processo di transizione ecologica che porti a considerare il comparto delle costruzioni non più fonte di emissione di anidride carbonica ma possibile bacino di stoccaggio ai fini del riutilizzo dell’energia stessa nel processo industriale”.
    (Luca Molinari)

    Imprese lavoro e turismo

    2 Dicembre 2021 LEGGI TUTTO

  • in

    Corecom. TV Digitale Terrestre via satellite in Appennino

    Sono tre i comuni selezionati per estendere la campagna promozionale di tivùsat (www.tivusat.tv) anche nelle zone appenniniche e, grazie all’impegno di Corecom, Regione Emilia-Romagna e Lepida, è stato possibile inserire le tre nuove tappe nell’impegnativo tour nazionale organizzato da tivùsat nelle principali città italiane.
    Cominciato il 30 settembre, il caravan tour di tivùsat ha già toccato molte città di tutte le regioni italiane e si avvia verso la conclusione, prevista domenica 5 dicembre a Porretta nel Comune di Alto Reno Terme (Bologna) sul piazzale della stazione. Il 3 e 4 dicembre, il caravan attrezzato di tivùsat farà tappa anche in piazza Gramsci a Castelnovo ne’ Monti (Reggio Emilia), mentre il 28 novembre ha fatto sosta in piazza San Francesco a Bobbio (Piacenza) .
    Nei due comuni (dalle ore 10 alle 18) sarà disponibile il caravan di tivùsat, attrezzato con due mega-schermi sintonizzati contemporaneamente su uno stesso canale, ricevuto tramite rete terrestre e tramite satellite, e quindi uno trasmesso in tecnologia SD (standard) e l’altro in HD (alta definizione), per poter apprezzare dal vivo la nitidezza del segnale digitale via satellite.
    L’obiettivo delle istituzioni coinvolte, in questo periodo di cambiamento per tutta la Tv digitale, è quello di far conoscere la piattaforma tivùsat ai residenti in alcune zone dell’Appennino, alle prese, talvolta, con un segnale televisivo terrestre non ottimale a causa della complessa conformazione del territorio.
    In un’ottica di servizio ai cittadini, e grazie ad accordi specifici, è stato possibile inserire nella piattaforma di tivùsat, accanto a tutta l’offerta digitale terrestre in alta definizione, anche il segnale del Tg Regionale.
    I cittadini e gli amministratori locali dei due comuni interessati possono dunque visitare la postazione mobile di tivùsat per una valutazione del servizio e per raccogliere tutte le informazioni necessarie.
    A proposito di tivùsat
    Più del 10% delle famiglie italiane riceve oggi la tv via satellite grazie a tivùsat, con oltre 4 milioni di smartcard attivate e 6 milioni di spettatori. Lanciata nel 2009 e gestita da Tivù s.r.l, società partecipata da Rai, Mediaset, Telecom Italia, Associazione TV locali e Aeranti Corallo, tivùsat rappresenta la soluzione ideale per chiunque abbia problemi di ricezione del segnale terrestre, poiché permette di raggiungere tutte le aree del territorio, anche quelle che, per ragioni orografiche, risultano di difficile copertura.
    È la prima piattaforma satellitare gratuita italiana con la quale accedere ai canali generalisti, ai canali presenti anche sul digitale terrestre e alle principali emittenti internazionali. Tivùsat è l’unica piattaforma gratuita dove è possibile vedere più di 180 canali radio e TV, 60 dei quali in HD e 7 in 4K Ultra HD: basta dotarsi una tantum di un decoder satellitare (o di una CAM inserita in un TV di nuova generazione) collegati ad un’antenna parabolica orientata su Hotbird 13°EST.

    Assemblea

    2 Dicembre 2021 LEGGI TUTTO

  • in

    Sanità. Lisei (Fdi): “Evidente la mancanza di investimenti negli ospedali pediatrici”

    Enormi criticità nelle strutture pediatriche, soprattutto presso l’Ospedale Bufalini di Cesena, per l’ondata di bronchioliti che ha riempito i reparti riservati ai più piccoli. È la denuncia del capogruppo di Fratelli d’Italia Marco Lisei il quale, in un’articolata interrogazione rivolta alla Giunta regionale, parla “dell’ennesima conferma di quanto poco, se non nulla, sia stato fatto per prevenire situazioni come queste attraverso i necessari investimenti e il potenziamento di tutte le strutture e i servizi sanitari, non solamente circoscritti al Covid”.
    Il consigliere, sebbene accetti una possibile chiave di lettura sul boom registrato per questa particolare infezione virale derivante dalla ripartenza a pieno regime degli asili nido e delle scuole materne, sottolinea come questa dovrebbe essere una situazione di tutta normalità e pertanto del tutto prevedibile. Nel prendere atto della situazione creatasi, l’esponente di Fratelli d’Italia rimarca come l’emergenza sanitaria non possa tradursi in una disattenzione per altre patologie e quindi si rivolge all’esecutivo regionale per sapere se ha contezza della situazione riscontrata e se la situazione riscontrata a Cesena sia comune anche ad altri reparti, terapie intensive e Pronto soccorso pediatrici di altre strutture regionali.
    Ulteriori domande avanzate, poi, riguardano la sollecitazione a convocare con urgenza un tavolo regionale per valutare la situazione infettivologica pediatrica generale e la situazione delle bronchioliti in particolare nonché “attivare tempestivamente tutte le misure sanitarie necessarie a fronteggiare tale emergenza”.
    Nel biasimare l’emergenza registrata, frutto “ancora una volta dell’annosa carenza  delle strutture e dell’inadeguatezza del sistema sanitario pubblico, frutto di anni di politiche incentrate su tagli generalizzati e indiscriminati, ancor più evidente in situazioni emergenziali”, Lisei chiede all’esecutivo regionale se non ritenga di implementare l’offerta sanitaria delle strutture pediatriche d’urgenza e “se non ritenga di intervenire immediatamente per aumentare i posti letto e l’offerta sanitaria del Reparto di Pediatria dell’Ospedale Bufalini di Cesena e di ogni altra struttura in Regione che analogamente sia in sofferenza”.
    (Luca Boccaletti)

    Sanità e welfare

    2 Dicembre 2021 LEGGI TUTTO

  • in

    Covid Modena. Barcaiuolo (Fdi): risolvere i problemi all’hub vaccinale di Carpi

    Risolvere i disagi negli hub vaccinali, in particolare quello di Carpi, nel modenese.
    A chiedere alla Regione di intervenire in questo momento di ripresa dei contagi e delle prime dosi di siero, nonché dell’avvio delle terze dosi di vaccino, è Michele Barcaiuolo (Fdi), che ricorda come “si apprende dall’edizione odierna di un quotidiano modenese che l’hub vaccinale di Carpi è stato letteralmente preso d’assalto, a causa di tanti, troppi appuntamenti, che, uniti ai liberi accessi senza prenotazione, hanno obbligato a più di due ore di attesa i cittadini. L’Ausl di Modena ha fatto sapere che gli accessi liberi per la somministrazione delle prime dosi sono passati da 200 a 400 al giorno su scala provinciale, cosa che ha comportato disagi”.
    Da qui l’atto ispettivo per sapere se la Regione intenda fornire “alle Ausl direttive per mitigare i disagi e possibilmente ridurli, alla luce della nuova campagna vaccinale di terze dosi, che sta portando e porterà nei prossimi mesi un grandissimo numero di cittadini presso gli hub di tutta la provincia”.
    (Luca Molinari)

    Sanità e welfare

    2 Dicembre 2021 LEGGI TUTTO