More stories

  • in

    Sciopero Eav: botta e rispossta tra sindacato Orsa e azienda

    Napoli. Botta e risposta tra sindacato autonomo Orsa ed Eav a proposito dello sciopero di 4 ore che stamane ha visto copinvolte tutte le linee di trasporto regionali dell’Eav.PUBBLICITA

    “Lo sciopero di oggi è stato un successo straordinario. Sono state soppresse circa l’83% di tutte le corse ferroviarie dell’EAV tra le 8:25 e le 12:25. Con punte di soppressioni del 100% sulle linee flegree e del 93% sulle linee vesuviane”, si legge in un comunicato di Orsa.

    Puntuale è arrivato la replica dei vertici regionali di Eav che in una nota dice: “Ci vuole un bel coraggio a parlare di straordinario successo quando si lasciano a piedi decine di migliaia di passeggeri per motivi tecnici (ed incomprensibili per gli utenti) e centinaia di lavoratori che non aderiscono allo sciopero con le mani nelle mani a non far nulla. D’altronde il sindacato Orsa di Eav considera il proprio reparto da sempre come se fosse autonomo dal destino dell’intera azienda”.
    Il sindacato Orsa continua a precisare nel comunicato: “Ringraziamo i tantissimi Lavoratori che ci hanno dato fiducia ed hanno aderito alla nostra azione di lotta, a loro diciamo di star sicuri che NOI non li deluderemo.

    Purtroppo dobbiamo far notare l’ennesima imprecisione nel comunicato dell’Eav che continua a (dis)informare stampa e cittadini, lo sciopero di oggi non era stato proclamato per gli operai e neanche per i Lavoratori della funivia del Faito, per cui inserirli nel computo totale, soltanto per far risultare un tasso di adesione allo sciopero del 12,1%, ci pare una palese distorsione della realtà”, lo scrive, in una nota, l’organizzazione sindacale Orsa.
    “D’altronde se su alcune linee ferroviarie, tra l’altro quelle a maggior traffico di viaggiatori, abbiamo avuto percentuali di adesioni allo sciopero dal 93% al 100%, forse i dirigenti dell’EAV, dopo un ripasso sulle 4 operazioni elementari della matematica, una domanda dovranno pur farsela e magari cominciare a non definire “inconcepibile” uno sciopero se tanti Lavoratori vi hanno aderito.
    Da domani noi del Sindacato OR.S.A. saremo pronti al dialogo con l’azienda, come da sempre abbiamo fatto, ma come sempre non accetteremo imposizioni di nessun tipo, se l’EAV vuole un’intesa si trova… però c’è bisogno che vengano meglio considerate le ragioni dei Lavoratori che noi ci onoriamo di rappresentare. Da domani ricominceremo a lottare perché vengano rispettati i diritti di tutti e le regole da tutti”, si legge sempre nella nota.

     Eav non  si tira indietro davanti alle polemiche e alle accuse e replica: “Immaginiamoci se ogni comparto dell’azienda facesse sciopero a turno bloccando la ferrovia: una volta i macchinisti come è successo oggi. Una volta i capostazione. Una volta gli amministrativi. Una volta il Dco , una volta gli operai della manutenzione e così via”.
    “La ferrovia è come una catena di montaggio se manca un passaggio si ferma tutto. Se un solo addetto al passaggio a livello fa sciopero (e non si può sostituire per condotta antisindacale) la ferrovia si ferma. Non può funzionare così. Il mondo è cambiato e bisogna stare al passo con i tempi”, prosegue la nota ricordando, tra l’altro, che nell’ultimo annoè stato firmata un accordo “da 6 sindacati su 8 che consente di evitare un assurdo storico, per fare un’ora di straordinario ne devo pagare sette, cioè un intero turno”.
    “È venuto il momento di ragionare che ognuno non può andare per conto suo e che se l’azienda va a fallimento la responsabilità è di tutti, dobbiamo sentirci l’uno parte dell’altro perché in caso contrario non ci sono prospettive di andar lontano.
    Oggi ha aderito allo sciopero la maggioranza del personale viaggiante treni, ma soltanto due persone degli altri reparti della ferrovia e pochissimi autisti di pullman. Un segno evidente che la stragrande maggioranza dei lavoratori di Eav ritiene lo sciopero del personale viaggiante ferrovia ingiustificato”, conclude la nota.
    Leggi AncheEsperto in diritto Diplomatico e Internazionale. Lavora da oltre 30 anni nel mondo dell’editoria e della comunicazione. E’ stato rappresentante degli editori locali in F.I.E.G., Amministratore di Canale 10 e Direttore Generale della Società Centro Stampa s.r.l. Attento conoscitore della realtà Casertana. LEGGI TUTTO

  • in

    Allerta meteo gialla per temporali in Campania: domani lunedì 22 luglio

    Domani, lunedì 22 luglio, sono previsti temporali improvvisi e intensi su tutta la Campania dalle 9:00 alle 23:59.PUBBLICITA

    La Protezione Civile della Regione ha emanato un’allerta meteo con codice giallo per rischio idrogeologico.

    I temporali saranno intensi e potrebbero essere accompagnati da grandinate, raffiche di vento e fulmini.
    Attenzione dovrà essere posta al rischio idrogeologico: tra le principali conseguenze dell’impatto al suolo delle piogge e dei temporali si segnalano allagamenti, innalzamento dei livelli idrometrici dei corsi d’acqua, scorrimento delle acque nelle sedi stradali, ruscellamenti con trasporto di materiale, caduta massi e frane anche in considerazione della saturazione dei suoli o di condizioni di fragilità idrogeologica dei terreni.

    A causa delle raffiche di vento e della grandine le autorità competenti dovranno monitorare anche il verde pubblico e la corretta tenuta delle strutture esposte alle sollecitazioni.
    Leggi AncheSiamo la redazione di Cronache della Campania. Sembra un account astratto ma possiamo assicurarvi che è sempre un umano a scrivere questi articoli, anzi più di uno ed è per questo usiamo questo account. Per conoscere la nostra Redazione visita la pagina “Redazione” sopra nel menù, o in fondo..Buona lettura! LEGGI TUTTO

  • in

    Turismo, Snav lancia la ‘Ponza e Palmarola Experience 2024’: partenza da Napoli Molo Beverello

    SNAV, la celebre compagnia di navigazione veloce, annuncia la nuova offerta turistica “Ponza e Palmarola Experience 2024”. Questa proposta esclusiva permette ai viaggiatori di partire il sabato e la domenica da Napoli Beverello, Ischia Casamicciola e Ventotene, offrendo un’escursione indimenticabile.PUBBLICITA

    Il biglietto include il viaggio di andata e ritorno in giornata per l’isola di Ponza, accompagnato da un’escursione in barca alla scoperta delle meraviglie marine di Ponza e Palmarola, con incluso un light lunch a bordo. La partenza da Napoli Beverello è fissata per le 07:40, da Ischia Casamicciola alle 09:00 e da Ventotene alle 10:05. Il ritorno dall’isola di Ponza è previsto alle 18:30 con unità SNAV.

    I biglietti possono essere acquistati tramite i normali canali di vendita online di SNAV, le biglietterie e le agenzie di viaggio. Per ulteriori informazioni e prenotazioni, basta visitare il sito ufficiale della compagnia SNAV o contattate le biglietterie e le agenzie di viaggio autorizzate.
    Leggi AncheEsperto in diritto Diplomatico e Internazionale. Lavora da oltre 30 anni nel mondo dell’editoria e della comunicazione. E’ stato rappresentante degli editori locali in F.I.E.G., Amministratore di Canale 10 e Direttore Generale della Società Centro Stampa s.r.l. Attento conoscitore della realtà Casertana. LEGGI TUTTO

  • in

    Il La Gala incontra i carabinieri del Comando Provinciale di Napoli

    Questa mattina il Comandante della Legione Carabinieri Campania Generale di Divisione Canio Giuseppe La Gala si è recato in visita presso la caserma Pastrengo, storica sede del Comando Provinciale Carabinieri di Napoli.PUBBLICITA

    Un ritorno a “casa” per l’Ufficiale Generale, avendo già ricoperto il ruolo di Comandante Provinciale di Napoli tra il 2019 e il 2021. Lo ha fatto durante un periodo complesso e inedito nella storia recente, durante l’epidemia di Covid-19.

    E proprio la familiarità con la città e la provincia di Napoli, frutto di un impegno concreto sul territorio, accomuna chi oggi è ad accoglierlo, il Comandante Provinciale dei Carabinieri di Napoli, Generale di Brigata Enrico Scandone che proprio nell’agosto del 2021 gli aveva dato il cambio.
    Durante l’incontro, tenutosi anche in presenza di una rappresentanza di militari della sede e dei comandi periferici, cui hanno partecipato anche rappresentanti dell’Associazione Nazionali Carabinieri, il Generale La Gala ha rivolto un sentito ringraziamento a tutti i Carabinieri impegnati nel difficile territorio del Comando Provinciale di Napoli.

    Un particolare plauso è stato espresso per la professionalità e l’abnegazione quotidianamente profusi nello svolgimento del servizio, con passione ed entusiasmo, e per gli importanti risultati ottenuti nell’azione di prevenzione e repressione dell’illegalità, in ogni sua forma.
    Ha invitato i suoi carabinieri a continuare nella fondamentale azione di rassicurazione sociale, garantendo quella presenza visibile che è da sempre punto di riferimento per i cittadini.
    Nel corso dell’incontro il Generale Scandone, Comandante Provinciale Carabinieri di Napoli, ha descritto il delicato ed essenziale ruolo svolto dalle 100 Stazioni e Tenenze Carabinieri capillarmente distribuite in città e provincia, fondamentali presidi a tutela della civile convivenza e della legalità.

    Elencati i risultati ottenuti nel contrasto alla criminalità comune e organizzata, alla violenza di genere e alle truffe in danno di anziani. In evidenza i risultati delle inchieste compiute negli ultimi 12 mesi sul tema della criminalità organizzata e sulla ricerca dei latitanti grazie al web patrolling.
    Si è evidenziato, inoltre, il grande lavoro di prevenzione e le campagne di sensibilizzazione effettuate nella battaglia quotidiana contro le truffe agli anziani – argomento da sempre caro a tutta l’Arma dei Carabinieri – e nella lotta al traffico di armi, specie tra i giovanissimi nella movida partenopea.
    Leggi AncheCollaboratore di lunga data di Cronache della CampaniaDa sempre attento osservatore della società e degli eventi.Segue la cronaca nera. Ha collaborato con diverse redazioni. LEGGI TUTTO

  • in

    Tragedia della strada a Mirabella Eclano: autopsia per il guidatore

    Giovedì, presso l’ospedale “San Pio” di Benevento, si terrà l’autopsia di Francesco Di Chiara, ventenne di Frigento, Avellino, deceduto in un incidente stradale insieme a tre amici la scorsa notte nella frazione Passo di Mirabella, comune di Mirabella Eclano, Avellino.PUBBLICITA

    Di Chiara, alla guida di una potente Mercedes AMG, ha cercato di evitare un’auto proveniente dalla direzione opposta durante un sorpasso, ma si è schiantato contro il muro di un esercizio commerciale lungo la Statale 90 delle Puglie.

    Nell’incidente sono morti sul colpo i coetanei Roy Ciampa e Mattia Ciminera, di Sturno, e Bilal Boussadra, 18 anni, promessa del pugilato, residente nella frazione Calore di Mirabella Eclano.
    Il pm della Procura di Benevento, Flavia Felaco, ha incaricato il medico legale Carmen Sementa dell’autopsia. Per gli altri tre ragazzi è stato disposto solo l’esame esterno, e le loro salme saranno restituite alle famiglie domani.

    I funerali di Bilal Boussadra, che aveva ottenuto la cittadinanza italiana al compimento dei 18 anni, si terranno a Mirabella Eclano con rito musulmano: i suoi genitori, venditori ambulanti, risiedono da anni nel comune irpino.

    Leggi AncheCollaboratore di lunga data di Cronache della CampaniaDa sempre attento osservatore della società e degli eventi.Segue la cronaca nera. Ha collaborato con diverse redazioni. LEGGI TUTTO

  • in

    Destinazioni da visitare in Campania: Gemme nascoste e luoghi iconici

    La Campania è un’interessante regione nel sud Italia, ricca di storia, panorami suggestivi e cibi deliziosi; dalla caotica Napoli alla tranquilla Costiera Amalfitana, la Campania offre diverse attrazioni per tutti i viaggiatori. Questo articolo parla dei luoghi da vedere assolutamente in questa regione, delle gemme nascoste e dei posti famosi che rendono questo posto un vero gioiello italiano.PUBBLICITA

     Napoli: Il Cuore della Campania
    Punti Chiave ArticoloNapoli è la capitale della Campania; è piena di energia e vita, nota per la sua cultura vivace, i siti antichi e i cibi gustosi. Napoli è una tappa obbligata, a partire dal centro storico, sito UNESCO, dove le strade strette ospitano edifici antichi, mercati affollati e belle piazze.
    Non puoi lasciare Napoli senza provare i suoi cibi deliziosi; Napoli ha creato la pizza, quindi visitare una vecchia pizzeria è un must. Inoltre, esplora Napoli Sotterranea, dove rovine romane e greche si nascondono sotto la città moderna, concludi la giornata al Museo Archeologico Nazionale, con reperti di Pompei ed Ercolano; che tu stia passeggiando per le strade storiche o assaporando i cibi locali, Napoli lascia il segno, e per divertirsi, la vivace vita notturna offre luoghi come un casino locale.  Pompei ed Ercolano: Città sepolte Molto tempo fa, le città di Pompei ed Ercolano furono sepolte da una grande eruzione vulcanica; questo le ha coperte per molto tempo, ma oggi possiamo vedere come vivevano allora le persone. Pompei era più grande, con strade, case ed edifici ancora presenti; Ercolano era più piccola ma mostra legno, cibo e vestiti che ci raccontano della vita quotidiana, entrambi i luoghi sono vicino a Napoli e ideali per gli appassionati di storia.
     La Costiera Amalfitana: Bellezza litoranea  La Costiera Amalfitana è famosa per le sue belle scogliere, l’acqua azzurra e i piccoli paesi costruiti sulle colline, ed è protetta dall’UNESCO per la sua meraviglia naturale. Amalfi ha una vecchia chiesa e belle strade da esplorare, Ravello situato in alto con giardini come Villa Cimbrone, offre viste mozzafiato, i colorati edifici di Positano pendono sul mare, e questa costa offre ottimi frutti di mare e vino; guidare o navigare consente di vedere al meglio questi incantevoli paesaggi e paesi.
    Paestum: Antichi templi greci in un luogo tranquillo Paestum, a sud della Costiera Amalfitana, ha alcuni dei migliori templi greci rimasti; questa città fu fondata dai greci nel VI secolo a.C. e mostra com’era la vita allora. I tre templi dorici erano dedicati a Hera e Atena, essi sono la parte più importante del sito antico. Un museo vicino ha molti reperti di quel periodo; uno è la Tomba del Tuffatore, con dipinti che mostrano la vita quotidiana e storie. Paestum è tranquilla, immersa nella campagna lontano dai turisti affollati.
    Parco Nazionale del Cilento: Natura al suo meglio Il Parco Nazionale del Cilento è un’ampia area naturale protetta dall’UNESCO. Ci sono molte attività all’aperto e panorami splendidi, il parco ha montagne aspre, spiagge pulite e villaggi pittoreschi, questo lo rende perfetto per gli amanti della natura. Gli escursionisti possono percorrere molti sentieri, come il famoso Sentiero degli Dei, con viste incredibili sulla costa; la cittadina di Palinuro ha splendide spiagge e grotte marine, ottime per nuotare e osservare la vita subacquea. Il Cilento ospita anche l’antica città di Velia, un altro sito storico importante che aggiunge alla ricca storia della regione. Caserta: Eleganti palazzi reali La Reggia di Caserta è un grandioso palazzo barocco in Italia, chiamato la “Versailles d’Italia”. Il palazzo ha oltre 1.200 stanze, grandi giardini e bellissime fontane. Puoi visitare le ricche stanze dell’edificio, le maestose scale e il vasto parco, quest’ultimo ha un incantevole Giardino Inglese; la città di Casertavecchia ha antiche case e graziose strade. Benevento: Una città di leggende La città di Benevento merita una visita, ha una storia antica e molte leggende, la gente la chiama la “Città delle Streghe”. Il centro città ha luoghi chiave come l’Arco di Traiano, risalente all’epoca romana. C’è anche la Chiesa di Santa Sofia, sito UNESCO, con uno stile unico e bei dipinti murali; la Rocca dei Rettori è un’antica fortezza con splendide viste. In conclusione, la Campania è una regione con molte differenze dove città vivaci, antiche rovine, coste splendide e tranquille aree rurali convivono pacificamente. Che tu esplori le vivaci strade di Napoli, veda le meraviglie antiche di Pompei ed Ercolano o goda della bellezza della Costiera Amalfitana, la Campania offre esperienze indimenticabili.  Allontanati dai percorsi principali per scoprire gemme nascoste come Benevento; immergiti nella ricca storia, cultura e bellezza naturale della Campania. Questa regione è un luogo che cattura il cuore e l’anima, ogni visitatore parte con ricordi preziosi e il desiderio di tornare. Siamo la redazione di Cronache della Campania. Sembra un account astratto ma possiamo assicurarvi che è sempre un umano a scrivere questi articoli, anzi più di uno ed è per questo usiamo questo account. Per conoscere la nostra Redazione visita la pagina “Redazione” sopra nel menù, o in fondo..Buona lettura! LEGGI TUTTO

  • in

    Bilal Boussadra, campione di pugilato morto in Irpinia era un fan di Geolier. Il ricordo del presidente del Fpi

    Era un fan di Geolier e di recente era stato ai Quartieri Spagnoli posando davanti al murale del rapper del rione San Gaetano.PUBBLICITA

    Le foto davanti al murale sono le ultime postate sul suo profilo facebook. Da stanotte si è spezzato il sogno di campione di Bilal Boussadra morto a 19 anni insieme a tre coetanei in un  incidente stradale a Mirabella Eclano in provincia di Avellino.

    “A 19 anni si deve vivere, ridere e boxare, non morire. Che la terra ti sia lieve, Giovane Campione“, lo ricorda così sui social della federazione pugilistica italiana, il presidente della Fpi Flavio D’Ambrosi.
    E poi aggiunge: “Ti ho conosciuto – le parole di D’Ambrosi – durante un evento a Napoli e premiandoti ho letto nei tuoi occhi quello straordinario amore per la vita che è proprio dei giovani A volte mi domando il perché, e solo la mia granitica fede mi consola davanti a questi inconsolabili drammi”. “Ora sei uno splendido gabbiano che vola su un oceano senza confini. R.I.P.”.

    Leggi Anche LEGGI TUTTO

  • in

    Nell’incidente a Mirabella Eclano morto anche il campione italiano di pugilato Under 20, Bilal Boussadra

    Morto il campione italiano di pugilato Under 20 Bilal Boussadra, pugile del team Froncillo di Avellino.PUBBLICITA

    Figura anche lui tra le quattro giovani vittime del tragico incidente stradale stanotte a Mirabella Eclano.

    Punti Chiave ArticoloL’incidente sulla Statale 90 delle Puglie nel territorio di Mirabella Eclano, in provincia di Avellino. Erano tutti nella stessa auto, una Mercedes Amg, guidata da un 21enne originario di Frigento, diretti ad una gelateria della frazione Calore. Con lui sono morti sul colpo i suoi tre amici, tutti di 21 anni, originari di Frigento, Grottaminarda e Mirabella Eclano. Secondo un prima ricostruzione, l’auto si sarebbe scontrata con un’altra auto, una Panda, e a forte velocità si è schiantata contro un muro.
    Sui social già tantissimi i messaggi di cordoglio e di ricordo del giovane campione italiano di pugilato.
     Già tanti i messaggi di cordoglio e di ricordo sui social “Un tragico incidente questa mattina all’alba ti ha strappato via da questa vita, dai sogni, dalle speranze e delle tante ambizioni che avevi. Una notizia che non avrei mai voluto ricevere. Un’altra giovane vita che vola via. Condoglianze alla famiglia, alla Irpina Pro Boxing, al maestro Froncillo. Ciao Bilal, ci mancherai tantissimo”. “In un momento di dolore, scrivere parole dedicate a una persona che non c’è più è un modo bellissimo per ricordarlo e fare un omaggio alla sua memoria. Ciao Bilal. Ciao Campione. Ci uniamo al dolore degli amici Irpinia PRO RING Boxing – Team Froncillo e della famiglia. Non si può morire a 20 anni”.
    Leggi AncheGiuseppe Del Gaudio, giornalista professionista dal 1991. Amante del cinema d’azione, sport e della cultura Sud Americana. Il suo motto: “lavorare fa bene, il non lavoro: stanca” LEGGI TUTTO

  • in

    “Estate rovente nelle carceri italiane”: la denuncia del Consipe

    In Campania i penitenziari scoppiano, 7500 detenuti presenti su una capacità max di 5600 posti tollerabili, ma a tutto ciò si aggiunge una cronica carenza di personale di polizia penitenziaria e di personale civile opportuno.PUBBLICITA

    Mancano circa 1000 poliziotti penitenziari in Campania, mentre il Corpo ne necessità su tutto il territorio italiano di oltre 10.000 unità.

    Mancano assistenti sociali, educatori, psicologi, psichiatri, medici ed infermieri, mancano strutture idonee climatizzate a far fronte all’estate rovente.
    Per il vicepresidente CON.SI.PE. Luigi Castaldo “và riportata umanità all’interno dei penitenziari italiani, i cari garanti dei detenuti e lo stesso sottosegretario alla Giustizia on.Ostellari si presentassero di sabato e domenica di questi periodi nelle carceri italiane, anche loro percepirebbero lo stato di abbandono in cui versano migliaia di reclusi”.

    E poi aggiune: “In questa complessità di criticità a far fronte alla vivibilità della popolazione detenuta vi è quasi esclusivamente la polizia penitenziaria che nonostante tutto, con alto senso del dovere, pazienza e coraggio, cerca di rispettare il proprio mandato istituzionale quasi fosse una missione”.

    E infine il vicepresidente CON.SI.PE, Luigi Castaldo: “le carceri vanno aperte alla società, ed in special modo a chi cerca di darne supporto concretamente con progetti formativi ed educativi, specie nei fine settimana estivi, bisogna ridare umanità nei penitenziari italiani, ma affinché ciò sia fattibile urge un serio e concreto piano di arruolamenti di personale idoneo da parte del Governo e non la virtuale propaganda politica, perché il carcere è vita non chiacchiere”.
    Leggi AncheSiamo la redazione di Cronache della Campania. Sembra un account astratto ma possiamo assicurarvi che è sempre un umano a scrivere questi articoli, anzi più di uno ed è per questo usiamo questo account. Per conoscere la nostra Redazione visita la pagina “Redazione” sopra nel menù, o in fondo..Buona lettura! LEGGI TUTTO

  • in

    Salerno, all’aeroporto Costa d’Amalfi atterrati i primi due voli di linea

    Questa mattina, intorno alle 8, l’aeroporto di Salerno-Costa d’Amalfi ha ufficialmente avviato le proprie attività con l’atterraggio dei primi due voli di linea. Il primo aereo a toccare terra è stato un Volotea proveniente da Nantes, seguito da un EasyJet in arrivo da Milano Malpensa.PUBBLICITA

    Per celebrare l’importante evento, alle 11:30 è in programma la cerimonia ‘Salerno decolla’. Tra i partecipanti di rilievo figurano il vicepremier e ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Matteo Salvini, il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, e Carlo Borgomeo, presidente di Gesac, la società che gestisce gli aeroporti di Napoli e Salerno, nonché di Assaeroporti.

    L’inaugurazione ha attirato una folla di curiosi, molti dei quali armati di smartphone e telecamere per immortalare gli atterraggi e i decolli dei primi aerei. La giornata viene considerata da molti come “storica” per Salerno, la Campania e il Sud Italia, segnando un nuovo capitolo nello sviluppo infrastrutturale della regione.
    Leggi AncheEsperto in diritto Diplomatico e Internazionale. Lavora da oltre 30 anni nel mondo dell’editoria e della comunicazione. E’ stato rappresentante degli editori locali in F.I.E.G., Amministratore di Canale 10 e Direttore Generale della Società Centro Stampa s.r.l. Attento conoscitore della realtà Casertana. LEGGI TUTTO

  • in

    Napoli, insediato il generale Giuseppe La Gala, nuovo Comandante della Legione Carabinieri Campania

    “Ascolto, trasparenza, programmazione e competenza”, l’impegno del Generale La Gala. Le parole del nuovo Comandante della Legione Carabinieri CampaniaPUBBLICITA

    Ieri pomeriggio, la cerimonia che ha visto il Generale di Divisione Antonio Jannece cedere il Comando della Legione Carabinieri Campania al Generale di Divisione Canio Giuseppe La Gala.

    A sugellare il passaggio di testimone, il Generale di Corpo D’Armata Marco Minicucci, Comandante Interregionale Carabinieri “Ogaden”.
    Accolto l’incarico, queste le parole del Generale La Gala:

    “Un’attenzione particolare dobbiamo sempre rivolgerla alle categorie più vulnerabili, agli anziani e ai giovani, per sedimentare l’immagine dell’uniforme “amica”, indossata dai “Carabinieri della gente”, come ci ha definito in passato il Papa Francesco, volendo sottolineare quel vincolo con i cittadini fondato su solidarietà, fiducia e dedizione al bene comune.

    “Sarò al Vostro fianco”, ha continuato il nuovo Comandante della Legione Carabinieri Campania, “per sostenervi nelle difficoltà, assolvendo ai miei compiti con assoluta dedizione, entusiasmo, passione, determinazione e senza risparmio di energie, impostando il mio lavoro su 4 pilastri: ascolto, trasparenza, programmazione e competenza.
    Rivolgendomi ai miei carabinieri: inizio questa nuova esperienza con la volontà di contribuire con tutti voi, uomini e donne, a voler continuare a incrementare la fiducia che i cittadini nutrono nei confronti dell’Istituzione, affinché trovino in noi il sicuro punto di riferimento a cui rivolgersi nei momenti di difficoltà per poter segnalare e denunciare tutte le situazioni che potrebbero mettere a repentaglio la sicurezza di questa splendida Regione.”

    Leggi AncheSiamo la redazione di Cronache della Campania. Sembra un account astratto ma possiamo assicurarvi che è sempre un umano a scrivere questi articoli, anzi più di uno ed è per questo usiamo questo account. Per conoscere la nostra Redazione visita la pagina “Redazione” sopra nel menù, o in fondo..Buona lettura! LEGGI TUTTO

  • in

    Cambio al vertice della Legione Carabinieri Campania: il Generale Jannece lascia il comando

    Il Generale di Divisione Antonio Jannece lascia il Comando della Legione Carabinieri Campania, destinato a ricoprire a Roma il prestigioso ruolo di Sottocapo di Stato Maggiore.A subentrare al suo posto il Generale di Divisione Canio Giuseppe La Gala. Questo pomeriggio, nel cortile d’onore della Caserma Salvo D’Acquisto di Napoli, sede proprio della Legione Carabinieri Campania, la cerimonia di insediamento del nuovo vertice dell’Arma regionale.PUBBLICITA

    La cerimonia, svolta alla presenza del nuovo Comandante interregionale Carabinieri “Ogaden” Marco Minicucci e delle autorità civili e militari dell’intera Campania, ha rappresentato un momento significativo per tutti. Nel prepararsi ad assumere il nuovo incarico, il Generale Antonio Jannece si è dichiarato onorato di aver potuto servire questa regione, lavorando al fianco di uomini e donne straordinari, che ogni giorno dedicano la loro vita al benessere del prossimo.

    Ha poi dichiarato: “Nel corso del mio incarico ho avuto la possibilità di affrontare sfide importanti, ma ho trovato sempre ispirazione e spinta nella dedizione di ciascuno di voi. Porto con me le esperienze vissute e gli insegnamenti di questi anni, convinto che continueremo a migliorare.”
    Jannece ha ripercorso gli ultimi 3 anni trascorsi al Comando degli uomini e delle donne dell’Arma campana, evidenziando gli straordinari risultati raggiunti in un periodo complicato come quello che è seguito all’epidemia di Covid-19. Si è soffermato sull’importanza dell’attività di presidio dell’Arma per il cittadino, baluardo di legalità e di sicurezza tangibile, auspicando per i Carabinieri un ruolo sempre più rilevante nelle dinamiche comunitarie sul territorio.

    A raccogliere il testimone il Generale La Gala, non nuovo alla città di Napoli, avendo già ricoperto il ruolo di Comandante Provinciale del capoluogo campano tra il 2019 e il 2021. E proprio la familiarità con la città e la provincia di Napoli sarà il punto di partenza cruciale per la guida efficace ed incisiva degli oltre 8mila carabinieri della regione, nel segno della continuità di valori. Il Generale La Gala ha espresso ai presenti enorme gratitudine per la fiducia riposta in lui e ha ribadito il suo impegno a mantenere alta la soglia di attenzione sulla sicurezza e il benessere della comunità campana.

    Leggi AncheEsperto in diritto Diplomatico e Internazionale. Lavora da oltre 30 anni nel mondo dell’editoria e della comunicazione. E’ stato rappresentante degli editori locali in F.I.E.G., Amministratore di Canale 10 e Direttore Generale della Società Centro Stampa s.r.l. Attento conoscitore della realtà Casertana. LEGGI TUTTO