More stories

  • in

    Napoli, cocaina nel flacone del detersivo: arrestata una donna nel rione Luttazzi

    Cronache » Cronaca » Napoli, cocaina nel flacone del detersivo: arrestata una donna nel rione Luttazzi

    Cronaca

    PUBBLICITA

    Pubblicato
    5 ore fa circa (17:50)
    il
    27 Novembre 2020

    PUBBLICITA

    Napoli. Droga in una casa del rione Luttazzi a Poggioreale: arrestata una donna di 51 anni che nascondeva cocaina tra i detersivi.
    Stamattina gli agenti del Commissariato Poggioreale, con il supporto dell’Unità Cinofila antidroga dell’Ufficio Prevenzione Generale, durante un servizio di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti hanno effettuato un controllo in piazza Luigi Coppola presso l’abitazione di una donna. Tra le confezioni di detersivo gli agenti hanno rinvenuto, in un flacone, 17 involucri contenenti 10 grammi circa di cocaina.G.M., 51enne napoletana, è stata arrestata per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

    Articolo Successivo
    De Luca: ‘L’orientamento del Governo è di riaprire le scuole il 9 gennaio’

    Da non perdere
    Sale la curva dei contagi in Campania nelle ultime 24 ore: 2924 positivi e 63 vittime

    Continua a leggere
    Pubblicità

    Calcio Napoli

    Pubblicato
    15 minuti fa
    il
    27 Novembre 2020

    Maradona, una delegazione della Roma guidata da Bruno Conti porterà una corona di fiori al murales dei Quartieri.
    Non solo le iniziative della Lega Serie A per Maradona. La Roma ha pensato di omaggiare l’ex dieci del Napoli in occasione della sfida di domenica inviando una propria delegazione ai Quartieri Spagnoli, per deporre una corona di fiori sotto al murales dedicato a Diego. A “capo” della delegazione nelle prossime ore ci sara’ Bruno Conti che non appena saputo della morte di Maradona e’ stato tra i primi a esprimere il suo cordoglio.

    Continua a leggere

    Coronavirus

    Pubblicato
    56 minuti fa
    il
    27 Novembre 2020

    Le tendostrutture all’ospedale Cardarelli sono diventate due, apriranno in ritardo ma sono state pensate per essere strutture permanenti, per affrontare gravi emergenze sanitarie.
    Lo fa sapere l’ospedale Cardarelli di Napoli, dove 25 giorni fa e’ stata allestita una tendostruttura per disingolfare il pronto soccorso ma non ha ancora aperto. Il ritardo e’ stato provocato dalla “decisione di rendere questa struttura stabile per poterla usare anche in futuro in caso di nuove ondate di covid o di altre emergenza che possono essere legate ad altre catastrofi come terremoti o attentati terroristici”, spiega Giuseppe Longo, direttore generale del Cardarelli. “Inizialmente – spiega Longo – era stata allestita una tendostruttura a cu doveva affiancarsi una seconda piu’ piccola per la vestizione dei medici e il deposito del materiale. Poi, di concerto con la protezione civile regionale e la croce rossa, abbiamo deciso di costruirne una seconda uguale alla prima, con un massetto di cemento alla base per sopperire al terreno accidentato e per poter installare senza problemi i collegamenti elettrici e idrici e l’allacciamento alle fognature.
    Ora la seconda tendostruttura sara’ quella che ospitera’ i pazienti, mentre la prima servira’ da spogliatoio e deposito. Il ragionamento e’ stato quello di fare una struttura solida e durevole, che ha portato una lavoro piu’ lungo ma ha tutte le caratteristiche per il benessere de pazienti, dai sistemi di riscaldamento alla rete internet per avere sotto controllo il database delle cartelle ciniche, insomma, un ragionamento di piu’ ampio respiro e non solo di stretta emergenza”. I lavori sono durati quindi oltre venti gironi ma ora e’ tutto pronto: lunedi’ ci sara’ l’ultima verifica e martedi’ l’apertura ai pazienti. “In concomitanza con la fine dei lavori – spiega Longo – la protezione civile ci ha trasmesso i nomi dei medici che arrivano qui dalla call nazionale. Oggi arrivano 11 medici laureati non specialisti della precedente ordinanza e 2 soli medici specialisti dell’ultima ordinanza della protezione civile. Il gruppo in ogni caso e’ integrato dai medici esperti del pronto soccorso e verra’ usato per la tendostruttura”. Il parcheggio alle spalle del Pronto soccorso, quindi, non ci sara’ piu’: “E’ stato un sacrificio – spiega Longo – necessario, il cardarelli e’ un punto di riferimento fondamentale per ogni tipo di emergenza, servono grandi spazi per raccogliere e curare in caso di iperafflusso al pronto soccorso e dobbiamo essere pronti, per il parcheggio troveremo un’altra organizzazione”.

    Continua a leggere

    Le Notizie più lette LEGGI TUTTO

  • in

    Frattamaggiore, 70mila euro per continuare i lavori. 52enne arrestato dai carabinieri per estorsione

    Cronaca Nera

    Pubblicato
    3 giorni fa
    in
    8 Ottobre 2020

    Share

    Tweet

    I carabinieri della sezione operativa di Giugliano in Campania hanno arrestato per estorsione aggravata un 52enne incensurato di Frattamaggiore.
    Aveva preteso da un imprenditore edile, impegnato nella costruzione di alcuni appartamenti a Frattamaggiore, la somma di 70mila euro per continuare i lavori.Raccolta la denuncia, i carabinieri hanno organizzato un servizio di osservazione e atteso che i due si incontrassero per la consegna del denaro. Davanti ad un bar di Frattamaggiore, la vittima ha corrisposto un “anticipo” di 2500 euro ed è in quel momento che sono scattate le manette.Il 52enne è stato arrestato e tradotto al carcere di Poggioreale, in attesa di giudizio. Restituito il denaro.

    Articolo Successivo
    Il premio Nobel per la Letteratura è andato alla poetessa Louise Gluck

    Da non perdere
    Minacce ai figli piccoli a chi non pagava la droga: i 19 arresti di Avellino

    Continua a leggere
    Pubblicità

    Benevento e Provincia

    Pubblicato
    3 ore fa
    in
    11 Ottobre 2020

    Maxi rissa a Benevento, chiama il padre che arriva con katana: 5 feriti e 2 arresti.

    La piu’ celebre, quella forgiata da Hattori Hanzo, e’ diventata un cult cinematografico grazie a Quentin Tarantino e al suo Kill Bill. Ed era qualcosa di simile alla ‘spada della sposa’ la katana – caratteristica spada giapponese usata dai samurai – brandita ieri sera da un 60enne di Benevento per risolvere una maxirissa che ha visto coinvolto il figlio nella centrale piazza Risorgimento. Alla fine il bilancio e’ stato di cinque persone ferite e due arrestate. Secondo una prima ricostruzione, tutto e’ cominciato con l’aggressione di un 37enne di Benevento da parte di alcuni coetanei. Costui per difendersi ha chiamato il padre che e’ arrivato armato di una katana lunga 80 centimetri. Sul posto nel frattempo sono giunti gli agenti della Questura del capoluogo e i carabinieri del comando provinciale per riportare la calma.
    Gli agenti di polizia hanno subito individuato e bloccato l’uomo che brandiva la “katana” all’indirizzo dei presenti dopo averne colpiti alcuni. Alla vista degli agenti ha cercato di disfarsi della spada e di darsi alla fuga ma e’ stato bloccato e identificato: e’ un sessantenne di Benevento, gia’ noto per i suoi trascorsi penali. I carabinieri invece sono intervenuti nell’istituto scolastico Mazzini, dove secondo le indicazioni dei passanti si era rifugiato il figlio. I militari, una volta giunti, lo hanno bloccato e identificato. I feriti sono cinque in tutto.
    Quattro sono vittime della violenza di padre e figlio: tutti soccorsi e trasportati nei due ospedali di Benevento, hanno riportato ferite da taglio provocate dalla spada ma tre sono in buone condizioni e sono stati gia’ dimessi mentre il quarto e’ in osservazione all’ospedale San Pio. Il quinto ferito e’ lo stesso 37 enne che nel colpire ripetutamente i passanti ha riportato a sua volta lesioni non gravi. Padre e figlio sono stati quindi arrestati con l’accusa di lesioni aggravate e porto abusivo di armi.

    Continua a leggere

    Le Notizie più lette LEGGI TUTTO

  • in

    Boscoreale, passeggiava di notte con una pistola pronta a sparare: arrestato

    Boscoreale e Boscotrecase

    Pubblicato
    9 ore fa
    in
    26 Settembre 2020

    Share

    Tweet

    I carabinieri della stazione di boscoreale hanno arrestato per porto abusivo di arma clandestina e resistenza a pubblico ufficiale nunzio della ragione, 33enne del posto già noto alle forze dell’ordine.
    L’uomo era a piedi e passeggiava con altri 2 uomini nell’isolato 11 del rione villa regina di via settetermini. I militari dell’arma – durante uno dei servizi notturni disposti dal comando provinciale di napoli – lo hanno riconosciuto ed hanno deciso di fermarlo per verificare cosa facessero da quelle parti e a quell’ora.

    I 3 hanno tentato la fuga e ne è nato un inseguimento a piedi. Il 33enne è stato raggiunto e bloccato dai carabinieri dopo una breve colluttazione. Gli altri 2 sono riusciti a sfuggire.Perquisito, è stato trovato in possesso di una pistola calibro 9. L’arma – con la matricola punzonata – aveva il colpo in canna. Nel caricatore altri 8 proiettili.L’arrestato è stato condotto al carcere in attesa di giudizio. L’arma verrà sottoposta ad accertamenti tecnici per verificare il suo utilizzo in fatti di sangue. Sono in corso indagini per identificare i 2 uomini fuggiti alla cattura.

    Articolo Successivo
    Hydra music, fuori ora il singolo “Ali nel vento” di Simone Pastore

    Da non perdere
    Arzano nel degrado, strade allagate e cumuli di rifiuti

    Continua a leggere
    Pubblicità

    Area Vesuviana

    Pubblicato
    2 giorni fa
    in
    24 Settembre 2020

    Servizi di controllo del territorio disposti dai carabinieri del comando provinciale di Napoli nei territori di terzigno e boscoreale. I militari della compagnia di torre annunziata hanno setacciato le strade dei 2 comuni eseguendo perquisizioni su tutto il territorio.
    A terzigno, denunciata per contraffazione una 70enne del posto. I carabinieri della sezione operativa della compagnia di torre annunziata hanno controllato un deposito in via zabatta intestato alla donna. Considerevole il bottino rinvenuto e sequestrato la notte prima della riapertura delle scuole: 2mila capi di abbigliamento contraffatti per bambini e quasi 7mila mascherine – non a norma e con marchi palesemente falsi – destinati ai più piccini.
    A boscoreale i carabinieri della sezione radiomobile e della locale stazione – insieme ai vigili del fuoco – hanno rinvenuto e sequestrato 2 bilancini di precisione, del materiale per il confezionamento della droga, 11 proiettili ed un bossolo cal. 9×21 Luger e 600 grammi di marijuana. Di questi, 400 grammi erano già suddivisi in dosi e pronti alla vendita. Era tutto nascosto nelle aiuole pubbliche di via settetermini ed è stato utilizzato un escavatore tra le abitazioni presenti.I servizi continueranno nei prossimi giorni

    Continua a leggere

    Boscoreale e Boscotrecase

    Pubblicato
    1 settimana fa
    in
    18 Settembre 2020

    Coronavirus, salgono a 11 i contagiati a Boscoreale. Sette sono di ritorno dalla Sardegna o dall’estero.

    Sono saliti a undici i casi di positivita’ al coronavirus a Boscoreale (sette di ritorno dalla Sardegna e/o dall’Estero), tutti asintomatici in isolamento domiciliare. “Rinnovo l’invito ai miei concittadini a non abbassare la guardia riguardo al rischio contagio da Covid-19 – commenta il sindaco Antonio Diplomatico -. Il numero dei casi di positivita’ in questi ultimi giorni e’ cresciuto, anche se quasi tutti asintomatici, e per questo motivo invito tutti a rispettare le precauzioni: utilizzo della mascherina, igiene personale con frequente lavaggio e disinfezione delle mani, e mantenere il distanziamento sociale.

    Queste precauzioni – aggiunge il sindaco Diplomatico – devono essere maggiormente adottate anche nei prossimi giorni quando saranno aperti i seggi per le elezioni referendarie e regionali”.

    Continua a leggere

    Le Notizie più lette

    Campania5 giorni fa
    Coronavirus, il direttore del Cotugno di Napoli: ‘Non c’è più controllo, ora restrizioni’

    Attualità5 giorni fa
    Meteo: estate addio, arriva l’autunno e torna la neve in montagna

    Attualità4 giorni fa
    AGENZIA DELLE ENTRATE Dal 15 Ottobre scattano i pignoramenti ai Conti correnti : chi rischia

    Campania1 giorno fa
    De Luca: ‘Se il contagio non cala chiuderemo di nuovo tutto’ LEGGI TUTTO

  • in

    Accoltella il vicino per la musica ad alto volume e poi picchia i figli minori: arrestato

    Avellino e Provincia

    Pubblicato
    6 giorni fa
    in
    24 Agosto 2020

    Share

    Tweet

    Aveva chiesto al vicino di casa di abbassare il volume dello stereo perche’ la musica era troppo alta. Ne e’ nato un alterco e un 48enne di Cervinara e’ stato accoltellato dal vicino, un pregiudicato 45enne.
    Sono intervenuti anche i figli della vittima, un ragazzo e una ragazza, entrambi minorenni, che hanno cercato di proteggere il padre e si sono scagliato contro l’aggressore, ma hanno avuto la peggio. E’ successo nel tardo pomeriggio di ieri in un rione popolare alla periferia di Cervinara, nel Parco San Vito. Sul posto sono intervenuti gli agenti del commissariato di Cervinara che hanno fermato il 45enne pregiudicato; l’uomo, dopo l’aggressione, era andato in un bar del paese per intrattenersi con alcuni amici. Il vicino ferito e’ stato trasportato al pronto soccorso dell’ospedale Rummo di Benevento.
    I due ragazzi sono stati portati invece all’ospedale Fatebenefratelli sempre a Benevento. Il figlio ha rimediato 7 punti di sutura al braccio per una ferita giudicata guaribile in dieci giorni, la ragazzina invece ha una mano ingessata per la frattura di un dito. Piu’ serie le condizioni del padre, trattenuto in ospedale per due ferite da taglio profonde alla schiena ma che non interessano organi vitali.

    Articolo Successivo
    Scena Teatro – Vivi il Teatro, il punto di ripartenza dell’Accademia diretta da Antonello De Rosa

    Da non perdere
    Coronavirus, 12 nuovi casi nel salernitano: 7 sono rientrati da Sardegna, Spagna e Malta

    Continua a leggere
    Pubblicità

    Le Notizie più lette

    Campania4 giorni fa
    Coronavirus, morta al Cotugno la vedova del ‘boss delle cerimonie’

    Napoli e Provincia5 giorni fa
    Poste Italiane, le pensioni di Settembre in pagamento da domani

    Cronaca Napoli2 giorni fa
    Napoli: muore in un incidente a Secondigliano, Gaetano Todisco ‘o ninnone

    Campania3 giorni fa
    Scuola, il governatore De Luca: “Nelle condizioni attuali non è possibile aprire”

    Italia5 giorni fa
    Meteo: fino a fine mese temperature africane al Sud, poi arriva l’autunno

    Campania3 giorni fa
    L’Anci Campania chiede di rinviare l’apertura delle scuole al 28 settembre

    Castellammare di Stabia3 giorni fa
    Uranio impoverito, muore De Angelis il carabiniere che combattè la camorra dell’area stabiese e dell’Agro nocerino

    Cronaca4 giorni fa
    Arzano, “topi d’appartamento” arrestati dai Carabinieri. Uno dei 3 è rimasto incastrato in un cancello durante la fuga LEGGI TUTTO

  • in

    Qualiano, minacciava di morte genitori e sorelle: arrestato 41enne

    Cronaca Nera

    Pubblicato
    1 ora fa
    in
    20 Agosto 2020

    Share

    Tweet

    I carabinieri di qualiano – in esecuzione ad una ordinanza di custodia cautelare in carcere della procura della repubblica di napoli nord – hanno arrestato per maltrattamenti in famiglia ed estorsione un 41enne del posto.
    l’uomo è ritenuto responsabile di aver usato minacce di morte, violenze e pressioni psicologiche verso i genitori e le sue sorelle per costringerli a consegnagli del danaro che avrebbe utilizzato per comprare droga e alcol, talvolta accedendo presso la casa dei famigliari, in maniera forzata, ovvero scavalcando il cancello e penetrandovi dopo aver scardinato una porta finestra.
    all’uomo, che è stato accompagnato presso il carcere di napoli poggioreale, il giudice ha riconosciuto anche l’aggravante di aver agito sotto l’influenza di alcolici e sostanze stupefacenti.

    Articolo Successivo
    Coronavirus, Giannelli: ‘Mancano 20mila aule ma apriremo scuole in sicurezza’

    Da non perdere
    Coronavirus, Ricciardi: ‘Con questi numeri no alla riapertura delle manifestazioni di massa’

    Continua a leggere
    Pubblicità

    Le Notizie più lette

    Campania23 ore fa
    Maiori, il cantante invita gli spettatori a ballare: spettacolo sospeso e 1,000 euro di multa

    Cronaca4 giorni fa
    Lite in una discoteca a Misano Adriatico: 2 milanesi accoltellati da 4 giovani napoletani. Arrestati

    Campania1 giorno fa
    Violato il sistema del Consorzio Unico Campania

    Italia4 giorni fa
    ‘Voi a ballare e a dire ‘non ce n’è coviddì ‘, lo sfogo su Fb di un infermiere è virale LEGGI TUTTO

  • in

    Ruba l’auto ad un poliziotto e poi tenta il ‘cavallo di ritorno’: arrestato 50enne a Napoli

    Napoli. Ruba l’auto ad un poliziotto e poi prova a chiedergli i soldi per restituirgliela.E’ finito in manette per tentata estorsione, Giovanni Esposito, 50 anni, napoletano già noto alle forze dell’ordine.
    Ieri pomeriggio, un poliziotto del Reparto Mobile di Napoli, dopo essere stato derubato della sua auto in via Paolo della Valle, è stato contattato da una persona che pretendeva 300 euro per la sua restituzione.Gli agenti del Commissariato Bagnoli, attivati dal collega, si sono presentati in via Salgari a Ponticelli, luogo dell’incontro, dove hanno assistito alla richiesta estorsiva  da parte di un uomo che hanno subito  bloccato.Giovanni Esposito, napoletano di 50 anni con precedenti di polizia, è stato arrestato per tentata estorsione, mentre l’auto è stata rinvenuta in via Mario Palermo e restituita al proprietario. LEGGI TUTTO

  • in

    Caserta, arrestato pusher incensurato e con reddito di cittadinanza che si faceva arrivare la droga col corriere

    Caserta. Arrestato pusher incensurato e con reddito di cittadinanza che si faceva arrivare la droga con il corriere: sequestrato con un chilo di marijuana dalla guardia di finanza di Marcianise. Nel corso di un controllo stradale, le Fiamme Gialle hanno ispezionato il furgone di un corriere espresso che stava effettuando il proprio giro di consegne […] LEGGI TUTTO

  • in

    Giugliano, incendia un ricovero per clochard perchè le negano un posto letto: 49enne arrestata

    Giugliano in Campania. Incendia un ricovero per senza tetto perchè le negano un posto letto: 49enne arrestata dai carabinieri in località Varcaturo.L’episodio è avvenuto nel ricovero di via Staffetta dove ieri sera le fiamme hanno distrutto parte di un ricovero per senza fissa dimora. I carabinieri della stazione di Varcaturo sono intervenuti sul posto e sorpreso […] LEGGI TUTTO

  • in

    Ercolano: colpisce la sorella a calci dopo averla minacciata. Carabinieri arrestano 39enne

    I Carabinieri della Tenenza di Ercolano hanno arrestato per maltrattamenti in famiglia un 39enne del posto già noto alle ff.oo. La sorella convivente, presa a calci durante una lite nata per futili motivi, ha contattato il 112 rifugiandosi poi in bagno per sottrarsi ad ulteriori aggressioni. L’intervento dei militari ha tranquillizzato la donna che in […] LEGGI TUTTO

  • in

    Napoli, raggiunge i suoi “ clienti “ percorrendo sempre lo stesso tragitto: preso il pusher del Vomero

    Napoli, Vomero: Raggiunge i suoi “ clienti “ percorrendo sempre lo stesso tragitto. Carabinieri arrestano pusher 41enne I Carabinieri del Nucleo Operativo Vomero hanno arrestato per spaccio di sostanze stupefacenti, Olimpio Gaetano 41enne del posto già noto alle ff.oo. . I militari, durante un servizio in abiti civili predisposto dal Comando Provinciale di Napoli mirato […] LEGGI TUTTO

  • in

    Torre Annunziata: prima l’hanno rapinata e poi per non farsi denunciare le hanno incendiato l’auto: presi due fratelli

    Torre Annunziata. Prima l’hanno rapinata e poi per non farsi denunciare le hanno incendiato l’auto. Carabinieri arrestano due fratelli. Nel pomeriggio di ieri, in Torre Annunziata , i Carabinieri della Compagnia di Torre Annunziata hanno dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal GIP del Tribunale di Torre Annunziata nei confronti dei fratelli VILLANI […] LEGGI TUTTO