More stories

  • in

    IL FATTO A Salerno turista americano precipita nel fiordo con paracadute: salvato

    Nella giornata di lunedì 22 febbraio, una squadra di Vigili del Fuoco è stata chiamata a intervenire per il soccorso di un giovane cittadino americano, presumibilmente di circa 22 anni, coinvolto in un incidente durante un audace lancio con uno pseudoparacadute, il quale sembra essere partito da Agerola per poi precipitare in modo imprevisto nel suggestivo scenario del fiordo di Furore.
    L’elicottero del reparto volo dei Vigili del Fuoco di Salerno è stato immediatamente dispiegato sul luogo dell’incidente, ma purtroppo, a causa di complicazioni tecniche legate alla particolare conformazione del terreno e all’elevata altitudine del punto di caduta, non è riuscito a procedere con l’operazione di recupero del malcapitato.
    Di conseguenza, la squadra dei Vigili del Fuoco di Maiori ha preso in carico la situazione, trasferendo il giovane su un presidio sanitario posizionato in una zona sicura. L’intento era quello di agevolare il successivo recupero da parte di un gommone della Guardia di Finanza, incaricato di condurre il paziente verso un presidio sanitario più adeguato per le necessarie valutazioni mediche e le cure necessarie. LEGGI TUTTO

  • in

    L’EPISODIO Georgiano ucciso dopo lite a Salerno, fermato connazionale

    La Procura di Salerno ha emesso un decreto di fermo nei confronti di un uomo accusato dell’omicidio di Pavle Shubiditze, cittadino georgiano di 49 anni, avvenuto lo scorso 2 marzo a Salerno. L’arrestato è anch’esso un connazionale della vittima. Le indagini condotte dalla Procura salernitana hanno portato alla luce che l’omicidio è scaturito da una violenta lite, avvenuta in via Vinciprova, tra l’indagato e la vittima.
    I motivi alla base del tragico evento sembrano essere legati a contrasti di carattere personale. Durante la lite, secondo quanto ricostruito dagli investigatori, la situazione è rapidamente degenerata, culminando con due colpi inflitti alla vittima, ormai inerme sul marciapiede.
    Le forze dell’ordine hanno identificato e ascoltato alcuni testimoni oculari che hanno assistito all’accaduto, contribuendo così all’avanzamento delle indagini. L’individuazione del presunto autore dell’omicidio è avvenuta grazie a indagini tecniche condotte dalla Polizia di Stato, che hanno permesso di risalire all’uomo. Durante un interrogatorio successivo, l’arrestato ha ammesso la sua partecipazione alla colluttazione che ha portato alla morte di Pavle Shubiditze. LEGGI TUTTO

  • in

    Salerno, un lupo salvato dai bracconieri

    Un giovane lupo di circa 2 anni è stato tratto in salvo dai Carabinieri del Reparto Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni. L’animale era rimasto intrappolato in un “laccio metallico”, presumibilmente posizionato da bracconieri, in una zona ricadente all’interno dell’area protetta.
    Stremato e in stato di shock a causa della lunga immobilità forzata, il lupo è stato trasportato dai servizi veterinari della Asl di Salerno al Centro Recupero Animali Selvatici “Federico II”.
    Qui ha ricevuto le cure specialistiche necessarie per il completo recupero clinico. Le ferite lacero contuse, presumibilmente causate dallo sforzo esercitato nel tentativo di liberarsi, sono state curate con successo.
    Dopo un lungo percorso riabilitativo e i dovuti approfondimenti diagnostici, incluse indagini genetiche che hanno confermato l’appartenenza alla popolazione selvatica, il lupo ha finalmente potuto riprendere a correre sulle sue zampe, ritrovando la libertà.
    Un lieto fine che testimonia l’importanza del lavoro di tutela e salvaguardia della fauna selvatica svolto dai Carabinieri, dai veterinari e dal Centro Recupero Animali Selvatici “Federico II”. LEGGI TUTTO

  • in

    Salerno, perseguita la ex moglie, braccialetto elettronico per 50enne

    Divieto di avvicinamento e braccialetto elettronico per un 50enne della provincia di Salerno che da mesi perseguitava la ex moglie.
    I Carabinieri della stazione di Vallo della Lucania hanno eseguito un’ordinanza applicativa della misura cautelare del divieto di avvicinamento alla persona offesa con applicazione del braccialetto elettronico emessa dal gip del Tribunale di Vallo della Lucania su richiesta della Procura vallese.
    La misura è stata presa nei confronti di un 50enne di Cannalonga, in provincia di Salerno, indagato per atti persecutori, minacce e lesioni nei riguardi dell’ex moglie. LEGGI TUTTO

  • in

    Salerno, bancarotta fraudolenta: misura cautelare per imprenditore e commercialista

    Salerno. Divieto di esercitare l’attività imprenditoriale e ricoprire cariche direttive: misura cautelare personale per due soggetti.
    Nel contesto di un’ordinanza applicativa di misura cautelare personale, è stato imposto un divieto temporaneo di esercitare l’attività imprenditoriale e ricoprire cariche direttive a due soggetti responsabili del reato di bancarotta fraudolenta.
    Le attività investigative dei finanzieri della Compagnia di Vallo della Lucania hanno portato all’individuazione di un imprenditore e un commercialista coinvolti in condotte distrattive e di consulenza che hanno consentito a un imprenditore fallito di generare un passivo di oltre un milione e cinquecento mila euro.
    Tale provvedimento cautelare è stato eseguito durante le indagini preliminari e si basa su imputazioni provvisorie, soggette a verifica nel corso del dibattimento e nei gradi di giudizio successivi.
    La responsabilità penale dei soggetti coinvolti sarà accertata solo al termine del giudizio con una sentenza irrevocabile. LEGGI TUTTO

  • in

    Incendio in una palazzina a Salerno: un ferito e residenti evacuati

    Nel primo pomeriggio a Salerno si è verificato un incendio in una palazzina a due piani situata in via Irno, con conseguente evacuazione degli abitanti.
    Durante l’incidente, un uomo è rimasto ferito e ha riportato ustioni a un braccio, venendo prontamente soccorso dal 118 e trasportato in ospedale.
    Sul luogo dell’incendio sono intervenuti sia la polizia che i vigili del fuoco, riuscendo a domare le fiamme con l’ausilio di una squadra e un’autobotte.
    Secondo le prime ricostruzioni, l’incendio sarebbe potuto scoppiare durante l’installazione di una guaina. Al momento sono in corso ulteriori accertamenti. LEGGI TUTTO

  • in

    IL FATTO Quattro parcheggiatori abusivi fermati a Salerno, l’appello del questore: “Segnalate”

    Nell’ultima serata, gli agenti dell’Unità di Polizia Giudiziaria per la Sicurezza Pubblica (Upgsp) della Questura di Salerno hanno efficacemente fermato quattro parcheggiatori abusivi, i quali sono stati denunciati per inosservanza al Daspo urbano. Quest’azione fa parte di una serie di interventi mirati a contrastare il fenomeno dei parcheggiatori non autorizzati che persiste in diverse zone della città.
    Negli ultimi trenta giorni, sono stati ben dieci gli individui sanzionati per pratiche illegali di parcheggio abusivo a Salerno. Il questore di Salerno, Giancarlo Conticchio, ha sottolineato l’importanza della collaborazione attiva dei cittadini nella lotta contro questo odioso fenomeno.
    “La partecipazione della comunità è fondamentale”, ha dichiarato Conticchio, “i cittadini non devono rassegnarsi, ma devono essere protagonisti segnalando la presenza di parcheggiatori abusivi. Possono farlo chiamando il 112 o, se preferiscono mantenere l’anonimato, attraverso l’app ufficiale della Polizia di Stato, YouPol”. LEGGI TUTTO

  • in

    Salerno, processo crac Ifil: assolto Piero De Luca

    Il deputato del Pd Piero De Luca, figlio del presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, è stato assolto dal Tribunale di Salerno nel processo sul fallimento della società di consulenza immobiliare Ifil.
    De Luca era imputato per concorso in bancarotta distrattiva ma è stato assolto in quanto il fatto non costituisce reato. La Procura di Salerno aveva chiesto la condanna a 2 anni e 2 mesi.
    L’avvocato Andrea Castaldo, difensore di De Luca, si è detto soddisfatto dell’assoluzione, sottolineando la mancanza di prove di attività distrattiva nella bancarotta e escludendo l’ipotesi che De Luca fosse socio occulto della Ifil.
    Le contestazioni erano emerse nell’inchiesta madre ‘Crescent’, che aveva portato all’assoluzione di tutti gli imputati e all’esclusione, già nella fase delle indagini preliminari, di qualsiasi comportamento illecito di Piero De Luca.
    L’avvocato Castaldo ha espresso fiducia nell’operato dei giudici che, durante l’istruttoria, hanno dimostrato competenza, attenzione ed equilibrio. LEGGI TUTTO

  • in

    Nuove Corse Trenitalia tra Nocera Inferiore e Salerno dal 13 Febbraio

    A partire dal 13 febbraio, 6 nuove corse collegheranno le stazioni di Nocera Inferiore e Salerno, potenziando l’offerta del trasporto regionale sulla linea storica Salerno – Napoli.
    Trenitalia, in accordo con la Regione Campania, ha attivato i nuovi collegamenti per soddisfare le esigenze dei viaggiatori a causa dell’interruzione tra le stazioni di Nocera Inferiore e Salerno dovuta alla presenza di un palazzo pericolante.
    Le nuove corse saranno visibili sui canali di informazione e di acquisto dal 17 febbraio 2024. Inoltre, a partire dal 6 febbraio, l’offerta bus è stata rinforzata con 11 corse tra Nocera Inferiore e Salerno, includendo fermate intermedie nelle stazioni di Nocera Superiore, Cava de’ Tirreni, Vietri sul Mare e Duomo Via Vernieri. LEGGI TUTTO

  • in

    Salerno, la Finanza sequestra 42mila articoli di Carnevale non a norma

    In vista del prossimo Carnevale, la Guardia di Finanza del Comando Provinciale di Salerno ha rafforzato i propri controlli per tutelare il settore dei beni e dei servizi. L’obiettivo è contrastare il commercio di articoli non sicuri, particolarmente pericolosi per la salute dei più piccoli acquirenti.
    Durante i controlli, sono stati rinvenuti e posti sotto vincolo cautelativo quasi 2.000 articoli privi delle necessarie certificazioni e avvertenze per l’uso previste dalla normativa sulla tutela del consumatore. I
    n un’altra operazione, i Finanzieri della Tenenza di Sala Consilina hanno sequestrato complessivamente oltre 32.000 prodotti, quali maschere, coriandoli, gadget e travestimenti, per la mancanza di informazioni di sicurezza.
    Infine, la Tenenza di Sapri ha individuato un’attività commerciale con circa 9.000 pezzi, tra cui numerosi accessori di Carnevale, non conformi al Codice del Consumo.
    Complessivamente, oltre 42.000 prodotti sono stati tolti dal mercato e i titolari degli esercizi commerciali sono stati segnalati alla competente Camera di Commercio per l’applicazione di sanzioni amministrative.
    Il costante impegno della Guardia di Finanza nella vigilanza e nella commercializzazione di prodotti conformi agli standard CE e nazionali tutela gli operatori economici onesti e la salute dei consumatori. LEGGI TUTTO

  • in

    Salerno, agente ferita a Fuorni: proteste e tensioni nel carcere

    Nella serata di ieri, un’agente di polizia penitenziaria è rimasta ferita nel tentativo di sedare una lite tra detenute nel reparto femminile del carcere di Fuorni a Salerno.
    L’agente è stata trasportata al pronto soccorso con una grave contusione alla mano.Poco dopo, un detenuto del reparto maschile, ubicato al transito femminile, ha dato inizio a una serie di proteste. Ha rotto le suppellettili della sua cella e ha tentato di incendiarla.
    Il detenuto è stato poi fermato dal personale di polizia penitenziaria.Tiziana Guacci, segretario regionale Sappe, denuncia la situazione:
    “Da tempo il Sappe ha denunciato l’irragionevole ed inopportuna ubicazione di detenuti di sesso maschile nella sezione transito del reparto femminile di Salerno. Le consequenziali criticità gestionali ed organizzative sono evidenti, e la situazione continua a peggiorare.”
    Donato Capece, segretario generale del Sappe, esprime solidarietà all’agente ferita e al personale di polizia penitenziaria:
    “Siamo alla follia: i detenuti sfasciano le carceri come se fosse un passatempo! Ignorano o fingono di ignorare il duro lavoro del poliziotto penitenziario, che quotidianamente affronta situazioni di grande rischio.”
    La vicenda evidenzia ancora una volta le criticità e le tensioni presenti nelle carceri italiane.Il Sappe denuncia l’ubicazione di detenuti di sesso maschile nel reparto femminile;ì criticità gestionali ed organizzative e mancanza di sicurezza per il personale e i detenuti.
    La situazione del carcere di Fuorni è emblematica delle difficoltà che le carceri italiane stanno affrontando.È necessario un impegno concreto da parte delle istituzioni per migliorare le condizioni di sicurezza e di lavoro nelle carceri. LEGGI TUTTO

  • in

    Salerno, arrestati due ladri seriali di auto: 9 furti

    Nel corso della mattina di ieri, i Carabinieri di Baronissi e del Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Mercato San Severino hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in Istituto di pena minorile emessa dal gip del Tribunale per i minorenni di Salerno nei confronti di due giovani indagati, gravemente indiziati di aver commesso 9 furti di auto tra novembre e dicembre 2022 in diversi comuni del Salernitano.
    I due giovani arrestati erano minorenni all’epoca dei fatti. I furti si sono verificati a Salerno, Pontecagnano , Baronissi, Roccapiemonte e Castel San Giorgio.
    Le indagini condotte dai Carabinieri e coordinate dalla Procura presso il Tribunale per i minorenni di Salerno hanno permesso di ricostruire i fatti e individuare i due giovani quali autori dei diversi furti. L’interrogatorio di garanzia si terrà domani al Tribunale per i minorenni di Salerno. LEGGI TUTTO