More stories

  • in

    Pizzo agli imprenditori: presi Marra e Della Rocca del clan Orlando di Marano

    Cronache » Cronaca » Pizzo agli imprenditori: presi Marra e Della Rocca del clan Orlando di Marano

    Cronaca

    Pubblicato
    5 giorni fa circa (10:34)
    il
    18 Novembre 2020

    Marano di Napoli. Pizzo agli imprenditori: presi due esponenti del clan Orlando che chiedevano tangenti in prossimità delle festività natalizie. Si sono fatti consegnare mille euro dalla vittima.

    Nell’ambito di un’indagine coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia, i Carabinieri della Compagnia di Marano di Napoli hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal GIP del Tribunale di Napoli, a carico di Ciro Marra, 40 anni, già agli arresti domiciliari per un’altra ordinanza, e Paolo Della Rocca, 45 anni, entrambi maranesi e ritenuti gravemente indiziati di estorsione aggravata dal metodo mafioso. I due, esponenti del clan Orlando di Marano, terrorizzavano alcuni imprenditori edili per farsi consegnare tangenti in vista delle festività. Le indagini hanno permesso di documentare come gli indagati hanno in più occasioni avvicinato un imprenditore edile locale per avanzare la richiesta estorsiva. La vittima, intimidito dalle continue pretese di denaro, “per mettersi a posto” con la criminalità organizzata locale, avrebbe versato la somma di mille euro.Gli indagati sono stati condotti presso il carcere di Napoli Secondigliano.

    Articolo Successivo
    Controlli dei carabinieri nel centro storico di Napoli: denunce, perquisizioni e multe per le misure anti-covid

    Da non perdere
    Spacciava droga a Portici nonostante le misure anti-covid: arrestato

    PUBBLICITA

    Cronaca Nera

    Pubblicato
    50 minuti fa
    il
    23 Novembre 2020

    Acquistavano la droga a Caivano e la vendevano a Caserta: arrestati 12 pusher- Scoperta anche una raffineria che trasformava la cocaina in crack.
    Nelle province di Caserta, Napoli, Latina e Frosinone, i carabinieri della compagnia di Caserta, con il supporto anche del nucleo cinofili di Sarno hanno eseguito oggi un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari emessa dal gip di Napoli, su richiesta della citata Procura, nei confronti di 12 persone, indagate a vario titolo per i reati di associazione per delinquere finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti.L’indagine, coordinata dalla procura di Napoli – Direzione distrettuale antimafia, avviata nel novembre 2016 e focalizzata sulle dinamiche di spaccio di stupefacenti della città di Caserta, ha permesso in particolare di accertare – mettono nero su bianco i militari dell’Arma – “l’operatività di una ramificata consorteria dedita allo spaccio nonché di individuare il canale di approvvigionamento della droga trattata (cocaina, crack e hashish) proveniente principalmente da Caivano”.
    Nel provvedimento giudiziario viene riconosciuta l’operatività di una piazza di spaccio nella frazione di San Clemente.Le attività investigative hanno permesso di ricostruire “l’organigramma criminale costituito da un ramificato e aggressivo sodalizio dedito all’incessante compravendita di ingenti quantitativi di droga presso Caivano che venivano poi rivenduti al dettaglio a Caserta”. Il gruppo, secondo quanto emerso, si reggeva su una struttura fondata sull’affiliazione fra i membri, tutti giovani casertani e caivanesi, legati tra loro da rapporti di parentela e di amicizia, quattro dei quali risultano già colpiti da precedenti provvedimenti restrittivi.
    In particolare, “si evidenzia la scaltrezza e la pericolosità sociale degli indagati, in gran parte incensurati all’epoca dei fatti, pienamente determinati a perseguire con pervicacia l’attività illecita attraverso l’adozione di tutte le cautele finalizzate a consentire al gruppo di continuare ad operare adattandosi al mutamento delle circostanze”, fanno sapere ancora i carabinieri.È stato anche individuato un importante canale di approvvigionamento della droga che veniva acquistato a Caivano. La droga acquistata, principalmente cocaina, veniva trasportata in grossi quantitativi nel Casertano a bordo di autovetture a noleggio sempre differenti. Nel capoluogo la cocaina, per ricavare il maggior numero di dosi possibile ovvero di essere trasformata in crack, veniva lavorata in via Cittadella in un appartamento in affitto.
    Proprio all’interno di questa ‘raffineria artigianale’ è stato trovato materiale tecnico altamente professionale per la pesatura, il confezionamento e la trasformazione chimica, nonché un congegno telecomandato realizzato all’interno di un cassetto, occultato in una parete, utilizzato per nascondere tutto lo stupefacente destinato ad essere venduto al dettaglio sulla principale piazza di spaccio sita in via Caprio Maddaloni presso il circolo ‘Sport Club giovanile’, che attirava acquirenti da tutto l’hinterland.
    Nel corso dell’attività sono stati riscontrati più di cento episodi di cessione di sostanze stupefacenti durante i quali sono stati identificati numerosi assuntori, oggetto di segnalazione alla locale prefettura. Nell’ambito dei riscontri eseguiti dai carabinieri durante l’indagine sono state tratte in arresto due persone (entrambe indagate) e sequestrati complessivamente 500 grammi di cocaina e crack, 1.500 euro in banconote e materiale tecnico altamente professionale utilizzato per la lavorazione dello stupefacente.Durante le operazioni di perquisizione di oggi, infine, sono stati scoperti un revolver cal. 7.65 privo di segni distintivi e cartucce illegalmente detenute nonché modiche quantità di sostanza stupefacente del tipo marijuana e hashish.

    Continua a leggere

    Le Notizie più lette LEGGI TUTTO

  • in

    Pizzo agli imprenditori: presi Marra e Della Rocca del clan Orlando di Marano

    Marano di Napoli. Pizzo agli imprenditori: presi due esponenti del clan Orlando che chiedevano tangenti in prossimità delle festività natalizie. Si sono fatti consegnare mille euro dalla vittima. Nell’ambito di un’indagine coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia, i Carabinieri della Compagnia di Marano di Napoli hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal GIP […]
    Continua la lettura di Pizzo agli imprenditori: presi Marra e Della Rocca del clan Orlando di Marano su Cronache della Campania
    Cronache della Campania@2016-2020 LEGGI TUTTO

  • in

    Arrestato rapinatore seriale di minorenni: li colpiva nella Movida

    Cronaca Nera

    Pubblicato
    4 giorni fa
    in
    19 Settembre 2020

    Share

    Tweet

    Rapinatore seriale arrestato dai Carabinieri. I giovani della movida le sue vittime.

     
    I carabinieri della stazione di Frattamaggiore hanno arrestato Vincenzo Mocerino, 20enne del posto già noto alle forze dell’ordine, in esecuzione di un provvedimento emesso dal Gip del Tribunale di Napoli Nord, su richiesta della locale procura.
    Mocerino è ritenuto gravemente indiziato della commissione di diverse rapine commesse ai danni di minori, durante le serate della movida di Frattamaggiore, tra la fine del 2019 e l’estate 2020.
    Secondo quanto accertato, il 20enne avvicinava le vittime quando erano in strada, anche in gruppo. Puntava loro un coltello e sottraeva i contanti – spesso pochi spiccioli – che custodivano nelle tasche.
    10 le vittime individuate, molte quelle che presumibilmente non hanno mai denunciato temendo ritorsioni. In manette, Mocerino è stato rinchiuso nel  carcere di Poggioreale.

    Articolo Successivo
    Bomba nella notte a Torre Annunziata: distrutta un’auto

    Da non perdere
    Portici, pregiudicato ferito da due colpi di pistola

    Continua a leggere
    Pubblicità

    Cronaca Napoli

    Pubblicato
    2 ore fa
    in
    23 Settembre 2020

    Napoli, sequestrate 80 piante di marijuana nel parco dei Camaldoli.

    Il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Napoli ha arrestato un 27enne di Marano di Napoli, e sequestrato, all’interno del Parco Metropolitano dei Colli e dei Camaldoli, 80 piante di “cannabis indica”, dell’altezza media di oltre 3 metri, per un peso complessivo di circa 450 Kg.
    L’operazione è stata condotta dalla Compagnia di Giugliano in Campania ed ha interessato una zona interdetta al pubblico, di difficile accesso, raggiungibile solo percorrendo un lungo sentiero reso particolarmente impervio dalla presenza di una folta vegetazione e di superfici scoscese e individuata grazie alle ricognizioni della Sezione Aerea della Guardia di Finanza di Napoli mediante l’elicottero A109 Nexus.Il giovane arrestato, nell’allestire la piantagione di canapa nascosta tra i rovi, aveva persino montato una tenda da campo per trascorrere la notte nelle vicinanze e per raccogliere la marijuana entro le prime ore del mattino.
    Sequestrati anche gli attrezzi utilizzati per la potatura e l’irrigazione mentre le piante sono state successivamente estirpate e incenerite sul posto.Un altro importante risultato nella lotta alla droga che rientra nel piano di prevenzione e repressione del traffico di stupefacenti del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Napoli, nell’ambito del quale proprio i Reparti del Gruppo di Giugliano in Campania si sono particolarmente distinti sequestrando solo negli ultimi due mesi ben 6 piantagioni di marijuana.

    Continua a leggere

    Campania

    Pubblicato
    17 ore fa
    in
    22 Settembre 2020

    Applicato il 41bis a Pasquale Zagaria appena tornato in carcere.
    Il ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, accogliendo le proposte espresse dalla Direzione nazionale antimafia e antiterrorismo e dalla Direzione distrettuale antimafia di Napoli, ha firmato oggi pomeriggio il decreto con il quale viene ripristinata l’applicazione del regime speciale previsto dall’articolo 41bis dell’ordinamento penitenziario nei confronti di Pasquale Zagaria. Ne da’ notizia via Arenula con un comunicato.

    Continua a leggere

    Le Notizie più lette

    Attualità5 giorni fa
    In arrivo entro il 30 settembre Bonus di 500 euro per PC/Tablet e connessione internet: quali sono i requisiti per richiederlo

    Campania1 giorno fa
    Coronavirus, il direttore del Cotugno di Napoli: ‘Non c’è più controllo, ora restrizioni’

    Cronaca Napoli5 giorni fa
    Truffa agli anziani in ‘trasferta’ ecco come agivano i sei napoletani arrestati. I NOMI

    Attualità2 giorni fa
    Meteo: estate addio, arriva l’autunno e torna la neve in montagna LEGGI TUTTO

  • in

    Napoli, due ambulanti immigrati feriti sul Lungomare: ‘Ci hanno aggrediti in 10’

    Due immigrati indiani sono rimasti feriti, la notte scorsa, sul lungomare di Napoli in circostanze al vaglio dei carabinieri. Il fatto e’ successo poco prima delle 2.   Una pattuglia dei militari della stazione di Napoli Chiaia ha raccolto la testimonianza di due cittadini indiani, di 32 e 27 anni, che hanno riferito di essere […] LEGGI TUTTO

  • in

    Napoli, litiga con la moglie e incendia la casa: arrestato 47enne

    Napoli. Litiga con la moglie e incendia la casa: arrestato 47enne. Ieri pomeriggio gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale e del Commissariato Arenella, durante il servizio di controllo del territorio, su segnalazione della Centrale Operativa sono intervenuti presso un’abitazione di via Salita Scudillo per un incendio in atto. I poliziotti hanno trovato i Vigili del Fuoco […] LEGGI TUTTO

  • in

    Napoli, rapinatori minorenni sparano per rapinare un coetaneo: inseguiti e arrestati

    Napoli, rapinatori minorenni sparano per rapinare un coetaneo: inseguiti e arrestati dalla polizia.Stanotte gli agenti del Commissariato San Ferdinando, durante il servizio di controllo del territorio, su disposizione della Centrale Operativa sono intervenuti in via Petrarca per una segnalazione di esplosione di colpi d’arma da fuoco. I poliziotti, appena arrivati all’esterno di un bar, hanno […] LEGGI TUTTO

  • in

    Continua a spacciare dai domiciliari: pusher arrestato a Scampia

    Continua a spacciare dai domiciliari: pusher arrestato dai Carabinieri nel quartiere di Scampia. Secondo l’accusa, i domiciliari non hanno fermato un 31enne di Scampia, a Napoli, Luigi Frattini, gia’ noto per reati inerenti il traffico di stupefacenti. I carabinieri della stazione di Napoli Quartiere 167 l’hanno osservato a lungo mentre, davanti alla sua abitazione di […] LEGGI TUTTO

  • in

    Napoli, in giro in auto con 4 chilogrammi di hashish nascosti sotto la ruota di scorta: arrestato 45enne

    Napoli.In giro in auto con 4 chilogrammi di hashish nascosti sotto la ruota di scorta: arrestato 45enne. Ieri pomeriggio gli agenti del Commissariato Scampia, durante un servizio di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti, hanno controllato in via Marrazzo un uomo a bordo di un’auto. I poliziotti hanno rinvenuto, nel vano bagagli sotto la ruota […] LEGGI TUTTO

  • in

    Napoli, due giovani migranti vendevano droga alla Stazione centrale: presi dalla Polfer

    Napoli, due giovani migranti vendevano droga alla Stazione centrale: presi dalla Polfer. Un venticinquenne, originario del Gambia, pluripregiudicato, è stato arrestato per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti dalla Polizia Ferroviaria di Napoli, nel corso di mirati servizi di contrasto ad ogni forma di illegalità nella zona della stazione centrale. L’uomo, che è stato notato […] LEGGI TUTTO