in

Adunata Alpini Rimini, Fdi: “Condannare molestie ed esprimere solidarietà al Corpo”

Condanna “di ogni episodio di molestia e di violenza contro le donne, con l’auspicio che venga fatta al più presto chiarezza, e, qualora vi fossero responsabilità, la punizione degli autori dei reati commessi”, ma anche solidarietà “al Corpo degli Alpini, la cui immagine è stata lesa dai comportamenti di singoli individui”. 

Lo chiede Fratelli d’Italia in una risoluzione con cui chiede l’impegno dell’Assemblea legislativa. Fdi ricorda che il Corpo degli Alpini, nato 150 anni fa, dal 2023 potrà fregiarsi, per volontà del Parlamento, della celebrazione della “Giornata” degli Alpini. La solidarietà è necessaria, perché, scrive Fdi, “deprecabili episodi di molestia e violenza contro le donne non possono mettere in discussione la storia centenaria del Corpo degli Alpini, le gesta eroiche, i valori che incarnano e la celebrazione della ‘Giornata nazionale della memoria e del sacrificio degli Alpini’”.

A Rimini, per l’adunata nazionale, sono arrivate 400mila persone da tutto il mondo, con 800 alberghi aperti, code ai ristoranti e la sfilata di 80.000 alpini dell’associazione e di 200 alpini in armi: “Un evento eccezionale, che ha potuto contare su un indotto complessivo stimato superiore ai 150 milioni di euro”.

Dopo la denuncia dell’associazione “Non una di meno”, continua Fdi, sono state rese pubbliche le testimonianze di centinaia di donne che avrebbero subito molestie verbali e fisiche. Ad oggi, afferma Fdi, ci sarebbe una sola denuncia ai carabinieri. A condannare l’episodio, e auspicare l’identificazione dei responsabili, è stata la sottosegretaria alla Difesa, Stefania Pucciarelli, che ha anche affermato come “è fondamentale ricordare la storia del corpo degli Alpini da sempre esempio di generosità, sacrificio e rispetto”. Anche il ministro della Difesa, Lorenzo Guerini, ha parlato di episodi gravissimi che vanno accertati e non vanno sottovalutati, conclude Fratelli d’Italia.

(Gianfranco Salvatori)

La comunicazione istituzionale del Servizio informazione dell’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna dal 28 aprile 2022 è soggetta alle disposizioni in materia di par condicio


Parità, diritti e partecipazione

13 Maggio 2022



Fonte: https://cronacabianca.eu/feed/


Tagcloud:

Rete Civica: “Chiarire no di Cento a progetto per produrre energia rinnovabile”

Santa Maria Capua Vetere, cellulari in cella: indagini concluse per 41 detenuti