in

Abusi su minori, arrestato prete di Caserta: era stato giĂ  allontanato

Caserta. Arrestato per abusi su minori l’ex parroco di Presenzano, don Gianfranco Roncone.

Il 55enne è agli arresti domiciliari per un’inchiesta, scattata a dicembre scorso, che portò anche ad una perquisizione presso la sua ex parrocchia. Il prete è anche indagato per induzione alla prostituzione minorile e possesso di materiale pedopornografico.

Il giudice per le indagini preliminari Marcello De Chiara del tribunale di Napoli ha disposto di custodia cautelare domiciliare a carico del sacerdote, originario di Sparanise in provincia di Caserta,  eseguita dai carabinieri della Stazione di Vairano Scalo.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Sacerdote sospeso per abusi sui minori: sul cellulare del parroco i carabinieri trovano le immagini delle baby-squillo

Don Gianfranco Roncone è stato coinvolto in una vicenda di abusi sessuali su minori, reato per il quale è stata disposta la misura cautelare personale, mentre risulta gravemente indiziato dei reati di induzione alla prostituzione minorile e possesso di materiale pedopornografico. Lo scandalo che vede coinvolto don Roncone è scoppiato il 23 dicembre 2020 quando i carabinieri della stazione di Vairano Scalo acquisirono i dispositivi telematici (cellulare e personal computer) utilizzati dal sacerdote della comunità di Presenzano per verificare la presenza di materiale pedopornografico o che attestassero l’intreccio di una relazione con dei minorenni.

Dai riscontri dei militari sono emersi due episodi distinti, risalenti a dicembre 2019 e settembre 2020 ai danni di un ragazzino 17enne, fedele della parrocchia.

.u922a0b60336a2daf1f19c04fed291b8e { padding:0px; margin: 0; padding-top:1em!important; padding-bottom:1em!important; width:100%; display: block; font-weight:bold; background-color:#eaeaea; border:0!important; border-left:4px solid #34495E!important; box-shadow: 0 1px 2px rgba(0, 0, 0, 0.17); -moz-box-shadow: 0 1px 2px rgba(0, 0, 0, 0.17); -o-box-shadow: 0 1px 2px rgba(0, 0, 0, 0.17); -webkit-box-shadow: 0 1px 2px rgba(0, 0, 0, 0.17); text-decoration:none; } .u922a0b60336a2daf1f19c04fed291b8e:active, .u922a0b60336a2daf1f19c04fed291b8e:hover { opacity: 1; transition: opacity 250ms; webkit-transition: opacity 250ms; text-decoration:none; } .u922a0b60336a2daf1f19c04fed291b8e { transition: background-color 250ms; webkit-transition: background-color 250ms; opacity: 0.9; transition: opacity 250ms; webkit-transition: opacity 250ms; } .u922a0b60336a2daf1f19c04fed291b8e .ctaText { font-weight:bold; color:inherit; text-decoration:none; font-size: 16px; } .u922a0b60336a2daf1f19c04fed291b8e .postTitle { color:#000000; text-decoration: underline!important; font-size: 16px; } .u922a0b60336a2daf1f19c04fed291b8e:hover .postTitle { text-decoration: underline!important; }

LEGGI ANCHE  Scossa di terremoto di magnitudo 3.0 in provincia di Avellino

Episodi che erano stati denunciati dal minorenne. Dopo la perquisizione e la denuncia la Diocesi di Teano si attivò immediatamente e il Vescovo Giacomo Cirulli, il 24 dicembre scorso, sottopose il parroco don Gianfranco Roncone al divieto dell’esercizio del ministero pubblico di sacerdote, allontanandolo dalla comunità parrocchiale di Presenzano.

Secondo il magistrato che indaga sugli episodi denunciati il parroco di Sparanise avrebbe anche indotto alcuni minori alla prostituzione minorile oltre a possedere materiale pedopornografico, ma queste accuse sono state contestate dagli avvocati del sacerdote Renato Jappelli e Dario Mancino. A breve, secondo quanto rende noto l’avvocato Dario Mancino,  don Gianfranco Roncone verra’ ascoltato dagli inquirenti. I legali assicurano che la vicenda sara’ chiarita dinanzi alla magistratura. L’avvocato Mancino annuncia un appello al Tribunale del Riesame per chiedere la revoca dei domiciliari.

La vicenda giudiziaria ha creato una netta frattura tra la diocesi e la ComunitĂ  di Presenzano che non ha esitato a schierarsi compatta a difesa di un parroco, nei mesi scorsi.


Fonte: https://www.cronachedellacampania.it/cronaca/cronaca-giudiziaria/feed/


Tagcloud:

Napoli, scoperta droga nascosta in un garage in via Mianella

Delitto Garlasco, nessuna revisione del processo per Alberto Stasi