in

Presidente Petitti e assessore Lori inaugurano la panchina rossa per dire ‘stop’ a violenza su donne

Una panchina rossa per dire basta alla violenza sulle donne. E per non dimenticare le tante vittime di femminicidio. È stata inaugurata oggi, giovedì 25 novembre, Giornata internazionale contro la violenza alle donne, nel Giardino geologico Sandra Forni, in viale della Fiera 8, a Bologna, dalla presidente dell’Assemblea legislativa Emma Petitti e dall’assessora regionale alle Pari opportunità Barbara Lori. Presenti all’inaugurazione anche Silvia Zamboni, vicepresidente dell’Assemblea legislativa, Federico Alessandro Amico, presidente della commissione Parità e diritti, Marilena Pillati, vicepresidente commissione Parità e diritti, Francesca Marchetti, presidente della commissione Cultura, e Silvia Piccinini, presidente della commissione Statuto e Regolamento.

“La panchina rossa per dire ‘stop’ alla violenza sulle donne- ha sottolineato la presidente dell’Assemblea legislativa Emma Petitti– è una delle iniziative che abbiamo fortemente sostenuto come Assemblea legislativa per tenere i riflettori accesi su un fenomeno che ogni anno in Italia miete decine e decine di vittime e che non accenna ad arrestarsi. Un simbolo per sensibilizzare e per non farci dimenticare quella che oggi è a tutti gli effetti una strage e ci rende responsabili della necessità di un pieno cambiamento culturale”.

“La panchina rossa ci racconta non solo il dramma di donne che non ci sono più, ma diventa l’emblema della battaglia contro ogni forma di violenza di genere- ha aggiunto l’assessora Barbara Lori-. Questa Regione è impegnata a diffondere la cultura del rispetto e anche questa iniziativa può contribuire a richiamare l’attenzione dei cittadini su un tema di così dolorosa attualità. Un invito rivolto a tutte e tutti a condannare questo odioso fenomeno in ogni sua forma.”

Grazie all’intervento di Angelo Casieri – writer, scultore e pittore bolognese – una delle panchine presenti nell’area verde antistante una delle sedi della Regione Emilia-Romagna diventa così simbolo della lotta contro ogni forma di sopruso e discriminazione nei confronti delle donne.

Una lotta che la Regione sostiene attraverso molte iniziative concrete e che la panchina d’autore richiamerà in modo permanente all’interno di uno spazio pubblico, accessibile a tutta la cittadinanza.

Insieme all’assessora Lori e alla presidente dell’Assemblea alla cerimonia è intervenuto il presidente della Commissione regionale Parità Federico Amico.

L’iniziativa è stata resa possibile grazie alla collaborazione con il Quartiere San Donato – San Vitale del Comune di Bologna.

Nella stessa giornata, al tramonto, la Torre della Regione di Viale Aldo 52 si illuminerà di arancione, colore scelto nel 2017 dall’Onu per sensibilizzare su questo tema di crescente e drammatica attualità.


Parità, diritti e partecipazione

25 Novembre 2021



Fonte: https://cronacabianca.eu/feed/


Tagcloud:

I genitori di Rocio Munez Morales si risposano dopo 50 anni: foto

Omicidio Caterino, chiesti 30 anni per il boss Giuseppe Setola